CONDIVIDI

mer

30

mag

2012

10 GIORNI SUONATI al CASTELLO DI VIGEVANO è anche...  la buona MUSICA è A.R.I.A

Dopo l'esperienza nel 2011, estremamente positiva, continua il progetto La Buona Musica è A.R.I.A. (A Ridotto Impatto Ambientale), ideato e messo in opera da Molecole Sistemiche e sostenuto da Design Politecnico di Torino e dall'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche. La ricerca adotta l’approccio sistemico quale strumento per ridurre l’impatto ambientale di "10 Giorni Suonati" e conferma per l’edizione del 2012 strategie e applicazioni utili alla sostenibilità ambientale, sociale, economica e sensoriale. L’obiettivo è la progressiva riduzione dell’impatto ambientale dell’evento e l'organizzazione di nuovi scenari sostenibili di progettazione e fruizione degli eventi musicali. "10 Giorni Suonati", prodotto e organizzato da Barley Arts, si candida quindi a diventare un eco-evento musicale attualmente senza eguali in Italia, un polo attrattivo per artisti che hanno a cuore la sostenibilità ambientale, sociale, economica e sensoriale della propria attività. Il pubblico sarà chiamato in causa per diventare co-organizzatore dell’evento, attore protagonista di un sistema in cui anche l’adozione di nuove attitudini comportamentali determina la riduzione dell’impatto ambientale dell’intero sistema. 

Le iniziative promosse per questa edizione agiscono in ambiti quali cibo e bevande, allestimento, fruizione del cibo e dell’acqua, imballaggi, rifiuti, servizi, energia, emissioni di CO2. Il progetto A.R.I.A. anche quest'anno ha trovato la collaborazione di varie aziende, da sempre attente al tema dell'ecosostenibilità in tutto il ciclo di produzione. Fra queste ad esempio Palm Design, i cui ecoarredi ottenuti dagli scarti del "Greenpallet", sono utilizzati per le sedute, i banconi e i piani di appoggio della zona Gastronomia. Il ciclo del consumo e la raccolta dei rifiuti si avvalgono della collaborazione di Novamont ed Ecozema e che forniscono posate, bicchieri, piatti, tovaglioli e altri supporti per il cibo in materiale biodegradabile e compostabile (Mater-Bi®), Eurven, presente con un microcompattatore per ridurre il volume delle bottiglie in plastica, e Asm-isa, che fornisce i contenitori per la raccolta differenziata non solo per l'area ristorazione ma per tutto il festival, dove l'azienda è presente con un punto informazioni volto a sensibilizzare il pubblico sull'argomento. Anche per quanto riguarda i servizi interni al reparto di produzione del festival non mancano iniziative riconducibili al Design Sistemico ideato.Orphea sarà presente con repellenti antizanzare che coniugano protezione sicura contro gli insetti con essenze tratte da piante e fiori e formulazioni a base di Botanic Guard®, l’unico principio attivo estratto dall’Eucalipto e 100% naturale. Le maglie dello staff sono della cooperativa RaggioVerde in becotton, cotone di alta qualità di filiera corta e lavorato in Italia, stampate da Tessuto Sociale che unendo solidarietà e impresa sociale, sviluppa progetti formativi e di inclusione lavorativa rivolti a Rifugiati Politici scappati da guerre, oppressione e fame, che oggi cercano un riscatto sociale. Per la pulizia verranno impiegati detergenti che Allegronatura produce mediante l'utilizzo di erbe officinali da agricolture biologiche. Un'iniziativa "sostenibile" viene realizzata da Officina 1000 Cose che cura l'arredo  del palco dove ogni sera alle 19.30 si tengono gli Incontri con l'Autore. Rete Clima calcola le emissioni in CO2 prodotte dall'evento, con l’obiettivo di ridurle nell'edizione successiva di "10 Giorni Suonati" e compensa parte di esse attraverso la piantumazione di alberi autoctoni nel parco presso il comune di Castel Rozzone (Bergamo). Edison, presente come partner fin dalla prima edizione di "10 Giorni Suonati", conferma il proprio supporto tramite i certificati RECS, e garantisce l'immissione nel mercato di una quantità paritaria dienergia proveniente da fonti rinnovabili (impianti idroelettrici). Nello specifico, le centrali Edison che forniscono  l'energia pulita sono costruzioni di valenza storica risalenti al primo '900, poste sulle rive dell'Adda, quindi parte di un ideale assetto che vuole "10 Giorni Suonati" attento alla qualità ambientale in ogni  ambito possibile.

www.barleyarts.com