CONDIVIDI

lun

30

lug

2012

Live/foto Report TOTO in concerto al Lucca Summer Festival @ Piazza Napoleone, Lucca -29 Luglio 2012

Report e foto a cura di Fabrizio Tasso

Noi di RockRebel Magazine non potevamo certo mancare alla data conclusiva di questo Lucca Summer Festival. Che, a conti fatti, possiamo sicuramente promuovere come uno dei festival migliori dell’estate 2012. Il lavoro svolto dalla D’Alessandro e Galli è stato perfetto ad ogni livello. A partire dalla location, passando per l’ottima organizzazione per arrivare all’alta qualità della musica proposta (con prezzi dei biglietti equi). Questa società ha dimostrato che, con la passione e la profesionalità, si possono raggiungere risultati eccellenti. A giudicare dall’afflusso di pubblico e dai visi sorridenti alla fine dello show, l’obiettivo è stato centrato in pieno. Complimenti e grazie.

 

Tornado al live di questa sera posso sinceramente affermare che le emozioni che mi ha trasmesso sono state uniche. L’ultima volta che vidi i Toto dal vivo fu durante il tour di “Falling In Between” e rimasi impressionato dalla tecnica e dalla classe dei musicisti americani. All’epoca c’era Bobby Kimball dietro il microfono, oggi al suo posto c’è un altro storico cantante della band. Joseph Williams (che cantò su due capolavori come Fahrenheit e The Seventh One) mi ha sempre ammaliato con il suo tono dolce e delicato e poterlo finalmente sentire dal vivo è un sogno che si realizza. Sono le 21 e 30 e lo show ha inizio. L’anthem “Only The Children” ci catapulta direttamente negli anni 80, subito bissato da due monumenti come “Hydra” e l’epica “St. George And The Dragon”. Pur essendo la prima data del tour, l’affiatamento della band è al massimo livello. L’ugola di Joseph Williams non ha perso una virgola della sua magneficenza, David Paich (voce e tastiere) e Steve Porcaro (tastiere) tessono melodie senza tempo, Simon Phillips (batteria) e Nathan East (basso) sono la colonna portante che supporta il ritmo della band e Steve Lukather è la star incontrastata. Perfetti anche i due coristi (Mabvuto Carpenter e Jenny Douglas) che non si limitano al ruolo di comprimari, ma interagiscono con personalità, sia col pubblico, sia con i membri della band. La scaletta è incentrata prevalentemente sul periodo Williams (giustamente) non tralasciando i pezzi storici che hanno fatto conoscere i Toto in tutto il mondo. Da “Rosanna” che dà i brividi a tutto il pubblico (grande la parte strumentale inserita nel mezzo), a “Lea” che ci fa sognare grazie ad un perfetto gioco di luci e ad un Williams stratosferico, fino ad arrivare alla inraggiungibile “I Won’t Hold You Back” (grande l’assolo di Lukather!). Si rimane in una trance emotiva dove ricordi e sensazioni si mischiano regalandoci un batticuore dietro l’altro e non siamo neanche a metà concerto. La prestazione dei Toto è già da 10 e lode. A questo punto sale in cattedra David Paich, il suo assolo di piano in “Pamela” è imponente quanto la sua interpretazione di “Manuela Run”. Paich non si limita a restare dietro alle sue tastiere e pìù di una volta è autore di scorribande sul palco che galvanizzano l’audience. Momento toccante quando Lukather dedica “Human Nature” al compianto Jeff Porcaro (per chi non lo sapesse questa canzone fu scritta da Steve Porcaro e portata al successo da Michael Jackson). Ancora una manciata di pezzi. Scorrono “Carmen” (da Isolation 1984, a mio parere uno dei loro migliori lavori) impreziosita da un grande duetto vocale Paich/Williams e le due hit singles “Stop Loving You” (con tanto di jam strumentale) e “Hold The Line” dove Williams duetta con Jenny Douglas, la quale, successivamente, si prende la scena reinterprentando la song in chiave soul, lasciando tutti a bocca aperta. Il finale strappa applausi a scena aperta. Tutta la piazza è in delirio per la band americana. Ci rimane solo il tempo per i bis. “Africa” (non poteva certo mancare) e “Home Of The Brave” (con un finale fiammeggiante) mettono la parola fine allo show dei Toto e chiudono in maniera strepitosa questo Lucca Summer Festival. Serata incredibile!

La classe dei Toto sembra non risentire del passare degli anni, la vitalità e l’adrenalina che questa band riesce a trasmettere hanno pochi eguali nel mondo. Come il buon vino, invecchiando migliora. Io, a scanso di equivoci, li vado a rivedere in Svizzera la prossima settimana e voi cosa state aspettando? Ci sono ancora due date in Italia (Cattolica e Majano), non vorrete mica perderveli?

 

 

 

 Set List 

1. Only The Children

2. Hydra

3. St. George And The Dragon

4. Rosanna

5. Lea

6. Could This be Love

7. I Won’t Hold You Back

8. We Can Make It Tonight

9. Pamela

10. Human Nature

11. Manuela Run

12. How Many Times

13. Carmen

14. Stop Loving You

15. Hold The Line

bis

16. Africa

17. Home Of The Brave