CONDIVIDI

mar

21

ago

2012

Recensione HESS - Living in Yesterday

HESS

Living in Yesterday

Frontiers Records

data release: 24 agosto 2012

 

Noi di RockRebelMagazine ci siamo già occupati dell'esordio battezzato FIRST SIGNAL (addirittura recensendolo due volte) dove Harold “Harry” Hess, dopo lo scioglimento degli Harem Scarem, ci deliziava con la sua voce per dar corpo ad un progetto ambizioso e decisamente interessante. Ora di quel progetto datato 2010 nulla sappiamo e speriamo che non sia stato accantonato anche se nel frattempo il nostro Harry non è rimasto con le mani in mano ed anzi, ha lavorato su questo nuovo lavoro che esce a suo nome, un po' come ribadire, se ce ne fosse ancora bisogno, il tipo di musica che piace comporre a questo musicista.

 

La canzone “Living In Yesterday” -che da il titolo all'album- viene posta in apertura e cattura subito l'attenzione tale è la sua immediatezza, “Reach For You” prosegue il discorso sulle stesse coordiante che poi non sono altro che la musica alla quale Hess ci ha abituato fatta di melodie e chorus avvolgenti. “It's Over” è la prima ballad, molto toccante dove Harry da sfogio delle sue ottime capacità vocali. Questo cd prosegue alternando canzoni un po' più sostenute ad altre più morbide capaci entrambi di coinvolgere l'ascoltatore, sia ben chiaro, quel tipo di ascoltatore amante di AOR e melodic rock. A rendere il tutto ancor più appetibile, arrivano in aiuto un nutrito numero di musicisti come: Pete Lesperance, Creighton Doane, Darren Smith, già compagni negli Harem Scarem, ma anche personaggi del calibro di Tommy Denander, Marcie Free ed altri ancora.

 

Un album di soli 37 minuti divisi in dieci canzoni dove ancora una volta risulta difficile indicarvi il brano “migliore” vista l'altissima qualità e forse anche grazie alla durata non eccessiva, diventa piacevole riascoltarlo appena finito. Se quando ho saputo dello scioglimento degli Harem Scarem mi ero intristito, ora sono consapevole che Hess continuerà a deliziarci con le sue produzioni e questo mi rallegra un sacco.

 

 

Recensione di Andrea Lami

 

 

Tracklist:

1. Living In Yesterday

2. Reach For You

3. It's Over

4. Don't Leave Me

5. What If

6. Nothing Lasts Forever

7. Falling Down

8. I Live For You

9. I Don't Wanna Want You

10. Where To Run