CONDIVIDI

mar

18

set

2012

WAKEUPCALL: guarda il video "TO BE"

Giovani ma con le idee chiarissime, anno alle spalle un tour europe e la collaborazione con un produttore del calibro di Beau Hill (Alice Cooper, Europe, Eric Clapton). WAKEUPCALL, presentano il video TO BE.

 

Di seguito, la Scheda video:

Artista - WakeUpCall

Titolo – To Be

Etichetta – HitBit Records

Distribuzione - Tunecore

Regista – Luna Gualano

Album di riferimento – Batteries Are Not Included

Autori – Tommaso Forni, Oliviero Forni

Codice ISRC – IT42I1200001

 

Ascolta qui il singolo e due brani dell’album in streaming 

 

 

BATTERIES ARE NOT INCLUDED, il disco:

Etichetta; HitBit Records

Data di uscita; 1 ottobre

www.wakeupcallrock.com

www.facebook.com/wakeupcallrock

www.youtube.com/wakeupcallrock

 

WAKE UP CALL RACCONTANO IL DISCO

In genere si ragiona sempre che un album che inizia “grunge” deve finire “grunge”: il nostro primo album ragiona in una maniera un po’ differente.

Si parla sempre di Rock, per tutti e 45 i minuti, ma passando per qualunque sfumatura noi 4 abbiamo apprezzato e apprezziamo da quando abbiamo cominciato ad ascoltare musica.

E questo non deve essere frainteso in maniera frettolosa come “non sanno ancora che strada prendere”. Casomai è l’opposto “oggi ci sentiamo più così, suoniamo questo, domani chi lo sa”.

E questi 11 brani rappresentano quello che ci siamo sentiti e ci è andato di suonare (perché ci piaceva in quel momento) nell’ultimo anno e mezzo.

 

Declinate le varie offerte da etichette indie rock europee, declinate le varie offerte di cantare in italiano e andare a Sanremo, abbiamo pensato che a questo punto se dovevamo fare gli artisti affamati allora era il caso di farli facendo quello che piace solo ed esclusivamente a noi.

 

Alcuni di questi 11 brani li suonavamo dal vivo già da parecchio tempo, però in studio hanno preso tutt’altra piega come ad esempio Let You Go, nato come brano abbastanza alternativo, ma in studio grazie ai cori gospel, nuovi arrangiamenti e il mixaggio finale è diventato tutt’altra storia.

 

Just Wanna Dance è il nostro primo esperimento con la musica elettronica, un po’ da discoteca; il risultato ci è piaciuto molto e l’abbiamo scelta come secondo singolo.

 

Alcuni brani li abbiamo finiti di scrivere mentre li registravamo, come Right Here che chiude il disco con tutta un orchestra di archi e fiati.

 

Un album intero non l’avevamo mai registrato, sapevamo sarebbe stato un lavoro lungo, vista la nostra attenzione ai piccoli dettagli e alla professionalità e l’attenzione minuziosa delle persone con cui l’abbiamo registrato. Motivo per cui ce la siamo presa con molta calma. Abbiamo cominciato le registrazioni a inizio dicembre 2011 e il master finale l’avevamo in mano a fine marzo 2012.

Questo ci ha permesso di veder crescere le nostre canzoni poco alla volta e di non uscire pazzi dopo averle ascoltate un milione di volte in poche settimane.

 

BIOGRAFIA

I WakeUpCall nascono alla fine del 2009, dalle ceneri di altri progetti, con il preciso scopo di girare pagina e prendere una strada fresca e moderna.

Il sound dei WakeUpCall è un mix di passione per il Rock con tantissime sfumature diverse.

 

Registrano i primi pezzi con il famoso produttore americano Beau Hill (che ha prodotto album di artisti come Alice Cooper, Europe, Eric Clapton), e cominciano subito a suonare in giro per l'Italia, aprendo anche diverse date a gruppi stranieri tra cui i Winger (Usa), Heaven's Basement (Uk) e i nostri The Fire, Salmo, Pino Scotto, The Electric Diorama...

 

Rientrano in studio dopo pochi mesi per registrare nuovi pezzi, collaborando con M. Baggio (The Fire, Vanilla Sky, Pino Scotto) dell'Hate Studio, tra i pezzi viene registrato Here To Stay, che vede Olly Riva dei The Fire/Shandon alla voce come special guest.

Mentre i WakeUpCall continuano a suonare in giro per l'italia, registrano il loro primo videoclip insieme al regista Val Monteleone. Il video di Before I Fall esce a fine gennaio, anticipando quello che sarà il primo EP della band, un cd di 5 tracce che esce il 31 Gennaio 2011.

 

L'EP riceve ottime critiche da riviste e webzine in giro per il mondo definendolo "una piccola perla del Rock n Roll" e i WakeUpCall "uno dei migliori nuovi gruppi rock dell'anno". La band parte in tour per promuovere il loro EP in Italia, oltre a 20 date all'estero in Europa.

 

Dopo una serie di date rodaggio durante l'estate 2011 insieme al nuovo batterista, la band torna in tour in Svizzera e Olanda (ottobre/novebre 2011), arrivando a collezionare 100 date in 2 anni di attività live.

 

All'inizio del 2012 entrano nuovamente in studio per registrare il loro primo album: "Batteries Are Not Included" (11 nuove canzoni), il disco esce il 1 Ottobre 2012.