CONDIVIDI

lun

24

set

2012

Recensione GREEN DAY - ¡Uno!

GREEN DAY

¡Uno!

Reprise Records

Release date: 25 settembre 2012

 

 

Atteso, chiaccherato, criticato, osannato e tanto altro ancora arriva sugli scaffali di tutto il mondo, ipermercati compresi.¡Uno!, il nuovo album della annunciata triologia dei GREEN DAY. Al primo ascolto già largamente anticipato sul web ci si trova spiazzati, poi, a mente fredda si intuisce qual è lo scopo delle nuove dodici tracce. Le canzoni sono un tributo alla musica prima del Punk '77. Si parte dalla rockandrollante "Nuclear Family" con un riff che ricorda Eddie Cochran alla Clashiana "Let Yourself Go", passando  per i sixties di "Troublemaker", con un bel assolo acido per passare a "Sweet 16", pezzo davvero dolce e romantico, per finire con suoni alla Beatles in "Oh Love" e il Funky di "Kill The DJ".

 

Un divertente insieme di suoni, canzoni divertenti sia per chi le ascolta che per loro che le hanno composte. Il giudizio dipende da quando avete scoperto il trio californiano: se li avete incontrati con "Kerplunk!" è possibile che giudicherete pessimo questo lavoro, se il vostro approccio è recente ci sono più possibilità che vi entusiasmi, se siete fans sfegatati quello che dite potrebbe non essere obbiettivo.

 

Scrivere la recensione è un piacere perché i Green Day di "Dookie" hanno riempito un intero anno della vita di chi scrive. Concludento sul podio ci metto "Angel Blue", che ricorda i "vecchi" suoni della band, e "Nuclear Family" . Ma non mi parlate di Punk o Punk-Rock perché qui non ne ho trovato, se c'è, io non me ne sono accorto. Non mi fraintendete, è un ottimo disco ma va ascoltato non pensando che siano loro.

 

Luca Casella

 

Voto 4 stelle

 

 

Tracklist:

01 – Nuclear Family

02 – Stay The Night

03 – Carpe Diem

04 – Let Yourself Go

05 – Kill The Dj

06 – Fell For You

07 – Loss Of Control

08 – Troublemaker

09 – Angel Blue

10 – Sweet 16

11 – Rusty James

12 – Oh Love