CONDIVIDI

ven

05

ott

2012

Recensione MURDERS FROM THE BLOCK - Spleen

MURDERS FROM THE BLOCK

Spleen

Autoproduzione

Data pubblicazione: 30 Luglio 2012

 

 

Primo lavoro in studio per i milanesi MURDERS FROM THE BLOCK, mixato da Slight, chitarrista della band, costituito da 7 tracce che fondono in sé elettronica, crossover e hard rock alternativo. Ok, quindi che c’è di nuovo, direte voi? Beh, come sempre dipende dai punti di vista, ma le premesse sono da ritenersi di buon auspicio, data la sicura qualità dell’insieme.

 

Partiamo dal titolo, SPLEEN, parola resa famosa da Baudelaire durante il decadentismo, che espone compiutamente la malinconia e l’affanno esistenziale con i suoi effetti nefasti. Senza addentrarci troppo nella tematica, riscontriamo che di spleen i testi ne sono intrisi e la musica li esalta arrivando a ricreare l’angosciante idea. Frammenti velocissimi si alternano ad altri più slow e articolati, dal sound robusto, aggressivo, veemente, bello carico e impetuoso insomma.

 

Poi, la gnocca Hillie Rocks, con la sua voce sexy fa sì che le poche ma buone canzoni siano maggiormente un concentrato di energia da urlo, questo valore aggiunto capirete che non lo si può tralasciare. Infine, l’ensemble più o meno tirato hard rock consente al dischetto di guadagnarsi una certa reputazione. Insomma, la rotta da seguire è stata scelta, ora non resta che articolarla, variegarla e perpetrarla. Intanto suggeriamo di ascoltare per credere.

 

Line-up: Hillie Rocks_voce; Slight V_chitarra, synth, FX; Lo_batteria.

Link: www.murdersfromtheblock.com ; www.facebook.com/mftb.music

 

Margherita Simonetti

 

 

Tracklist:

 

1.The Block Suicide

2. Just Like A Mirror

3. No Way Out

4. Ghost On The Highway

5. Spleen

6. Stand By My Side

7. The Drifter [Explicit]