CONDIVIDI

lun

22

ott

2012

Recensione SIN’ SOUND - "From The Underground"

SIN’ SOUND

From The Underground

Atomic Stuff Records

Release data: 23 ottobre 2012

 

 

Il piccolo centro di Travagliato nel bresciano, ci da la possibilità di parlare dei Sin’ Sound, band rock dallo stile molto personale che rilascia in questi giorni il proprio debut album “From The Underground”. Nelle nove canzoni che compongono l’album troviamo un po’ di tutto, ma con una certezza. Ai nostri piace sguazzare negli anni settanta. Il sound, molto originale e personalissimo trae spunto dal lavoro degli Zeppelin, Black Sabbath e molti altri ancora, ma senza forzature e questo in parte è dovuto probabilmente al fatto che il gruppo ha sempre eseguito pezzi propri dal vivo, evitando quel percorso che a molti altri sembra obbligatorio del dover per forza coverizzare. Aggiungiamoci una scrittura bohemien e ci ritroviamo con un gruppo che attraverso pezzi come “Elisa” o “A Bad Day” ci catapulta in un percorso creativo degno del massimo rispetto.

 

Io non sono un patito di certe sonorità che considero sorpassate, ma c’e’ da dire che i Sin’ Sound riescono a intrigarmi e a farmele piacere. Si, perché aldilà di tutto, il loro è un percorso completo che parte dal rock e arriva fino al funk, per poi sfiorare anche la psichedelica filo Pinkfloydiana, senza stufare mai. Mezzo punto in più perché sono italiani, devo per forza di cosa essere di parte.

 

Recensione di Emiliano Vallarino

 

 

Tracklist:

1. Celebration Of Apathy

2. Preparing The Journey

3. Introduction: From The Underground

4. A Bad Day

5. Easy Escape From Reality

6. I Really Like You’re Back

7. New Year’s Reason To Pray

8. Elisa

9. Mr. Goodbye

 

 

www.facebook.com/sinsoundfanclub