CONDIVIDI

mer

31

ott

2012

Recensione SOLEIL MOON - “On The Way to Everything”

SOLEIL MOON

On The Way To Everything

Frontiers Records

Release date: 2 Novembre 2012

 

 

A distanza di 12 anni dall'esordio del duo Larry King alla voce e John Blasucci alle tastiere, i Soleil Moon ci propongono la loro ultima fatica, con il tentativo di replicare l'affermato successo ottenuto con World's Apart edito nel 2000. Il duo si è avvalso della collaborazione di musicisti di alto calibro quali Michael Thompson e Chris Siebold alla chitarra, Dave Hiltebrandt Leland Sklar al basso e Khari Parker (più Vinnie Colaiuta in una canzone) alla batteria. “On the Way to Everything”, affidato alle sapienti mani della Frontiers Records, vedrà 11 nuove tracks (quelle proposte nell'uscita del 1 Febbraio 2011 con la MFO Records) e 3 bonus songs estratte dal primo album, mai reso ufficiale al di fuori del continente nord Americano.


“History Repeats It's Pages” da il via al disco con una prestazione vocale di Larry King che lascia senza fiato: due acuti post ritornello da pelle d'oca!!!”Love The Way You Love” è la tipica song AOR, colonna sonora per la giornata di San Valentino. La title track dell'album è molto più Pop, alla Robbie Williams per intenderci, ma piacevolmente coinvolgente, al primo ascolto stuzzica le corde vocali, ai successivi entusiasma a tal punto che diventa difficile non intonare il ritornello. “Blackbird” una vocal ballads costruita su di un letto di note a chitarra acustica, invece “Goodnight Irene” è una dolcissima e melodiosa ninna nanna che tocca il cuore e l'anima. Il ritmo risale con “Freedom” pur rimanendo nel canonico AOR, connotato da riff strutturati che assumono una forte caratterizzazione in “Burn” e “Down” dove, finalmente, anche le “sei corde” diventano protagoniste, specialmente nella strumentale “Burn”. “Colorado” è un'altra ballad acustica che rimarca le doti vocali di Larry, mentre “Move On” è addizionata di inserzioni digitali fino ad arrivare ad “Here I Am” molto in stile Bon Jovi dell'album New Jersey. Le tre tracce bonus sono le medesime inserite nel precedente album World's Apart, ed è importante sottolineare che, un'altra “Voice of Rock” come Michael Kiske, ha coverizzato “I'd Die for You” con i suoi Place Vendome nell'album “Streets of Fire”.

 

L'album presenta una spiccata connotazione Melodic Rock, molto morbida e gradevole, poggiata sulla spiccata vocalità di Larry King e sulla melodia delle tastiere di John Blastucci. Le parti di chitarra, mai taglienti ma sempre “rotonde” e ottimamente armonizzate con la melodia generale, passano in un secondo piano, ritagliandosi sprazzi di protagonismo in brevi ma intensi soli o riff, ad esclusione delle citate “Burn” e “Down” che, per struttura, appaiono quasi estranee all'album. La tracklist è ben assortita nonostante abbia la tendenza alla tranquillità, un disco adatto alla decompressione da stress quotidiano, magari immersi nel traffico metropolitano.

 

Luca MonsterLord

 

Tracklist:

1.History Repeats It's Pages

2.Love the Way You Love

3.On the Way To Everything

4.Blackbird

5.Goodnight Irene

6.Freedom

7.Burn

8.Down

9.Colorado

10.Move On

11.Here I Am

12.Ohio (Bonus Track)

13.Calling on the World (Bonus Track)

14.I'd Die For You (Bonus Track)

 

Lineup:

Larry King: Voce

John Blasucci: Tastiere

Session Man Player:

Michael Thompson, Gerey Johnson, Chris Siebold, Craig Bauer: Chitarra

Khari Parker, Vinnie Colaiuta, Tom Hipskind: Batteria

Richard Patterson, Leland Sklar, Dave Hiltebrand, Steven Rodby: Basso

 

Contatti:

Soleil Moon MySpace

Soleil Moon Facebook

 

Video:

Preview Samples - Soleil Moon "On The Way To Everything"

Soleil Moon - "History Repeats It's Pages