CONDIVIDI

ven

16

nov

2012

Recensione THE HAPPY GAYS - Back to the end

THE HAPPY GAYS

Back to the end

Jetglow Recordings

Data di uscita: Giugno 2012

 

 

Parafrasando un famoso film, potremmo riassumere i The Happy Gays nell’espressione “Volevamo essere i Ramones”. Esperimento (o tentativo) riuscito a metà - anzi, facciamo al 75%, dai – quello del quartetto padovano che, dopo l’autoprodotto “It’s supposed to be spreading to the sheep now” (addirittura targato 1999) torna in sala di registrazione per consegnare al pubblico un nuovo disco di inediti. “Back to the end” è un album, a conti fatti, più che discreto: 10 tracce di punk rock “old school”, con qualche venatura più rock qua e la, tutte rigorosamente sotto il fatidico muro dei tre minuti (salvo qualche sconfinamento per una manciata di secondi), veloci, piacevoli, essenziali, senza la pretesa di cambiare il mondo con un riff o un giro di basso.

 

No, l’impegno sociale e l’invito alla rivolta tipico di una certa scena punk non appartiene ai quattro “fratelli” Gay (e non è detto che sia un male, capiamoci): i pezzi sono leggeri e divertenti e, traccia dopo traccia, si capisce che la band padovana – fondamentalmente – si diverte un mondo a suonare e a far agitare la testa ai propri fan. Lo si intuisce fin dalla opening track “Let me run”: pezzo essenziale che parte pigiando sull’acceleratore per rialzarlo solo 4 tracce più tardi, con l’apertura più morbida e le atmosfere più rock di “Stay with me”. Appena una manciata di minuti e si torna a dare gas fino al curioso finale riservato a “Stai con me”, unico pezzo in italiano (se si escludono gli “inserti” in “Ugly when I study”).

 

Nel complesso il disco non è affatto male: non aspettatevi grande originalità o un album che rivoluzionerà la vostra idea di musica ma semplicemente dieci-pezzi-dieci da ascoltare tutti d’un fiato, agitando la chioma e pogando con i vostri vicini. Rimane solo un (piccolo) rammarico: ci saremmo aspettati di trovare da qualche parte un “guizzo” in più, quel segno di chiara identità che, i The Happy Gays devono forse ancora trovare del tutto. Promossi, quindi, con riserva: il prossimo album ci darà sicuramente qualche indizio in più.

 

Alessandro Pantani

 

Tracklist

01. Let Me Run

02. Mindy’s Got Diarrhea

03. My Hair Is Not OK

04. Ugly When I Study

05. Stay With Me

06. It’s All Right

07. The lonely Man Rock n Roll

08. All Because Of My Bad Luck

09. To You

10. Black Time

 

Line up

Mauro Gay – Voce

Murky Gay – Chitarra

Iaie Gay – Basso

Fabio Gay - Batteria