CONDIVIDI

lun

19

nov

2012

Recensione BEVERLY KILLZ - Gasoline & Broken Hearts

BEVERLY KILLZ

Gasoline & Broken Hearts

Perris Records

Release date: 17 settembre 2012

 

 

Esordio discografico anche per i Beverly Killz un quintetto composto da: Vince (voce), Mak (chitarra ritmica e solista), John (chitarra ritmica) Andrea (basso) e Fabio (batteria) dedito, sin dal 2006, a quello street-hard rock che ha infiammato i cuori di molti rockettari alla fine degli anni ottanta. Questi cinque rocker nascono dalle ceneri di Jasmine Gun e dei Mr. Jackfrost, e hanno sicuramente fatto parte di quella folta schiera che in quegli anni d'oro seguirono le gesta di Guns n'Roser, Motley Crue, Skid Row e compagnia bella.

 

Si aprono le danze con “Never back down” il primo singolo dal quale è stato estratto anche un video, la canzone è bella, coinvolgente il giusto ma soprattutto la band risulta credibile, non scimmiotta nessuno in particolare, grosso difetto spesso riscontrato in altre band italiane, si vede che divertono e lo fanno bene!! “Baby you're on target”, “Away from danger” e “Riding Alone” sono tre brani che piacciono sin dal primo ascolto merito delle melodie e dei chorus riuscitissimi. “Sin city” è un'altra canzone che si eleva, grazie dell'assolo di chitarra, che è qualcosa di più di un semplice omaggio a Slash. Risulta invece abbastanza bizzarra la scelta della cover che chiude l'album, trattandosi di “What Is Love” di Haddaway un brano nato dance e diventato più rock con l'aggiunta di una massiccia dose di chitarre, dove Vince ci regala un'ottima prestazione. Il risultato finale, merito anche della produzione affidata ad un esperto del settore, tale Dennis Ward, è sicuramente positivo.

 

La fiamma dell'hard rock non si deve essere assolutamente spenta in questo quintetto, visto che hanno imbracciato gli strumenti e si sono dedicati alla composizione di undici brani inediti, facendo tesoro di quella preziosa lezione impartita dai maestri del genere. Un buon esordio per i Beverly Killz, si sente che le qualità ci sono. Una band da tenere sott'occhio.

 

Recensione di Andrea Lami

 

 

Tracklist:

1.Never back down

2.Away from danger

3.baby you're on target

4.Dark Lady

5.Livin' and dyin'

6.Riding alone

7.For Love

8.Power to your sex

9.Sin city

10.In sorrow

11.What is love

 

Link:

www.beverlykillz.com