CONDIVIDI

lun

14

gen

2013

Recensione SHYLOCK - Walking Tall

SHYLOCK

Walking Tall

AOR Heaven

Release date: 18 Gennaio 2013

 

 

Dopo una pausa dai live, gli Shylock si sono dedicati al loro nuovo e sesto album con cui possono continuare a camminare “a testa alta”(traduzione del titolo) nell'ambito musicale. Infatti, ”Walking Tall”, seguendo la scia del precedente album “RockBuster”, segue il filone Hard Rock con sfumature di Hard AOR che evidenzia le qualità degli elementi del gruppo, capitanati dalle due menti Matthias Schenk (Voce) e Johannes Amrhein (Chitarra), membri storici del gruppo nato nel 1999. Il contatto nei live con gruppi come Bonfire, Gotthard, Shakra, Right Said Fred, UDO e Primal Fear si sente ed caratteristica che si percepisce nella stesura dei brani e delle melodie.

 

Con l'omonima traccia “Walking Tall” si apre l'album, definendo senza indugi l'impronta che il gruppo teutone ha voluto imprimere: cose semplici e senza tanti fronzoli, essenziali. Lo stile che viene proposto in “Rock DNA”, sicuramente il brano con il maggiore tiro e più coinvolgente di tutto l'album, segue i classici canoni della struttura rock. La tripletta prosegue con “I Can't Wait Now”, tenendo alto il ritmo dell'ascolto, passando per “Bridges” ed arrivando a “What It Takes” che con le sue parti di chitarra “dalla voce” arrogante, danno la vera impronta Hard Rock alla song. Altra accelerata la imprime “Sad to Know” dal tiro sicuro e granitico, supportato dal motore ritmico di Achim Thiergärtner (Batteria) e Bernhard Schwingenstein (Basso), brano che facilmente si adatterebbe a pellicole con adrenaliniche corse automobilistiche. Più moderata “Sliding Through Emotiions”, sempre Hard Rock structured ma su cantato che, in alcuni tratti, sembra quasi sparato a suon di Rap; vocalità spiccate in “Taken It Too Far” che porta subito ad immaginare la canzone in versione live, con il pubblico a fare da coro alla voce di Matthias Schenk. In piena chiave Hard Rock anche “She Came Along My Way” che non si discosta di una virgola dagli schemi classici, proponendo le canoniche due strofe, bridge , assolo, strofa e chiusura, richiamando proprio nel bridge “I Want It All” dei Queen. “Right Now Or Never” sembra quasi una richiesta tra innamorati, dalle sonorità più Hard Aor e dalle belle vocalità del cantato. Medesimo filone viene riportato anche in “Away From Here”, ottima colonna sonora per momenti di evasione all'aria aperta, facendo pensare all'immensità di un promontorio affacciato sull'oceano. Marcetta quasi militare per “Touch My Soul” altro gradevolissimo brano Hard Aor che conduce il viaggio musicale all'immancabile ballad conclusiva easy listening e che conferma le qualità canore e melodiche del gruppo.

 

Parti di chitarra semplici ma incisive e ben definite, voce in primo piano e dalla gradevole timbrica, motore ritmico equilibrato e ben “spalmato” sul “panorama” dei brani: ecco la miscela che fa di “Walking Tall” degli Shylock, un album di facile ascolto per tutti e che non lascia scontento nessuno. La scelta di puntare alle cose semplici è spesso vincente anche se i “perfezionisti” ed accorti potrebbero muovere la critica dicendo che è un lavoro banale e poco ricercato. La realtà è che l'album proposto è un ottimo contenitore di brani bilanciati e “neutri”, ben strutturati musicalmente e melodicamente, nonostante una movimentazione della tracklist avrebbe giovato all'ascolto di tutto il disco che consta di ben 13 tracce. Un ottimo compagno di viaggio nel traffico quotidiano!!!

 

Recensione a cura di Luca MonsterLord

 

Tracklist:

1. Walking Tall

2. Rock DNA

3. I Can't Wait Now

4. Bridges

5. What It Takes

6. Sad To Know

7. Sliding Through Emotions

8.Taken

It Too Far

9. She Came Along My Way

10. Right Now Or Never

11. Away From Here

12. Touch My Soul

13. Anything

 

Lineup:

Matthias Schenk – Vocals

Johannes Amrhein – Guitars

Bernhard Schwingestein – Bass

Achim Thiergärtner - Drums

 

Contacts:

Official WebSite

Facebook Page

Video Preview of the album