CONDIVIDI

lun

21

gen

2013

Recensione SNAKECHARMER - "Snakecharmer"

SNAKECHARMER

Snakecharmer

Frontiers Records

Release Date : 25 gennaio 2013

 

Certi dischi ci capitano nelle mani all'improvviso e sono capaci di farci provare un brivido dopo aver ascoltato solo un paio di note. E' sicuramente il caso di questa opera prima degli Snakecharmer, che si candida ad essere una delle migliori uscite di questo 2013. Molti di voi si staranno chiedendo chi si nasconde dietro questo interessante moniker e il perché di un così grande entusiasmo. Sveliamo subito l'arcano. Dietro il nome Snakecharmer c'è un gruppo di eccellenti musicisti che hanno contribuito, grazie alla loro immensa classe, a tantissimi capolavori della storia della musica. Troviamo infatti Micky Moody alla sei corde, primo chitarrista degli Whitesnake ( e, tra gli altri, dei primi due album solisti di David Coverdale), Neil Murray al basso, anche lui al fianco di Coverdale fino al 1987 (e inoltre Black Sabbath, Gary Moore e Brian May), Laurie Wisefield alla seconda chitarra (Wishbone Ash), Adam Wakeman alle tastiere (Ozzy Osbourne e figlio di Rick Wakeman tastierista degli Yes) e Harry James (Thunder) dietro le pelli. Dulcis in fundo dietro il microfono abbiamo Chris Ousey, spettacolare cantante britannico che ha fatto la storia del rock melodico inglese insieme a bands come Virginia Wolf e Heartland. A questo punto i più maliziosi diranno che di solito questi super gruppi creano molto interesse su di loro principalmente per i membri che ne fanno parte, più che per la musica espressa. In realtà questo Snakecharmer è la classica eccezione che conferma la regola.

 

Fin dal primo brano si capisce subito che la creatività della band si esprime su livelli eccelsi. Ottimi riff di chitarra, sezione ritmica stratosferica, tastiere in puro stile seventies e la voce di Ousey che si incastra a perfezione in questo splendido mosaico. "My angel" è già di per se un piccolo capolavoro, ma ancora meglio è la successiva "Accident Prone" (primo singolo) ben riuscito mix di Whitesnake primi anni 80 e Bad Company. Ottima la linea melodica e spettacolare la prova del singer grazie al suo timbro vocale vicino ai registri dell' Eric Martin (Mr. Big) più ispirato. La bravura di Ousey non è certo una novità e la sua voce rappresenta il valore aggiunto di tutte le 11 canzoni. Non da meno il resto della band sempre all'altezza della situazione. Tra brani densi di blues ("Falling Leaves") ed altri più smaccatamente Aor (vedi "Turn Of The Screw") il cd non subisce mai cali di tensione. Il picco viene raggiunto con "A Little Rock And Roll" e "Smoking Gun", profondamente debitrici della band "madre", ma impreziositi da linee melodiche accattivanti. Dopo i vari esperimenti effettuati con i The Snakes e i The Company Of Snakes, finalmente Micky Moody centra il bersaglio regalando ai fans del "serpente bianco" un lavoro che non sfigura affatto nei confronti di album storici come "Trouble" o "Lovehunter". Lasciatevi trasportare dall'incantatore di serpenti, vi emozionerà fino all'ultima nota!

 

 

Fabrizio Tasso

 

Tracklist:

1. My Angel

2. Accident Prone

3. To The Rescue

4. Falling Leaves

5. A Little Rock And Roll

6. Turn Of The Screw

7. Smoking Gun

8. Stand Up

9. Guilty As Charged

10. Nothing To Lose

11. Cover Me In You

 

Line up:

Micky Moody - guitar, slide guitar, vocals

Neil Murray - bass

Laurie Wisefield - guitar, vocals

Harry James - drums, vocals

Adam Wakeman - keyboards, vocals

Chris Ousey - lead vocals