CONDIVIDI

lun

11

feb

2013

Recensione MOTHERSHIP - Mothership

MOTHERSHIP

Mothership

Ripple Music

Release date: 12/02/2013

 

 

Questo dei Mothership è quello che si suol dire un affare di famiglia. Si, perché tutto nasce da un progetto dei fratelli texani Juett, Kile al basso e Kelley alla chitarra che, supportati da un padre collezionista e musicista 70’ style, decidono di mettere in musica tutta la loro voglia tipicamente sudista di sfondare e non contenti piazzano il padre dietro le pelli. Un paio di anni in giro per locali e il bisogno di mettere un disco in cantiere diventa la loro priorità. Ovviamente il padre rendendosi conto della piega professionale che stava prendendo il progetto fece in modo di trovare per la band un batterista che potesse dare più slancio e un sound più potente e consono alle idee dei figli ed è così che alla fine del 2011 raggiunge il gruppo Judge Smith e prende il via la registrazione dell’omonimo “Mothership”.

 

Sound variegato e camaleontico quello del combo texano che spazia da sonorità tipiche degli anni 70’ fin verso lidi più moderni e metallici. Questo album metterà d’accordo tutti coloro che amano hardrock, heavy metal e persino blues e psichedelia, perché se è vero che le origini non si scordano mai, c’è molto southern rock, quel suono sporco e duro che ti teletrasporta in qualche landa desertica, ma non scordiamoci che il Texas è anche la terra dei Pantera e quindi seppur non raggiungendo i livelli di distorsione di Darrell e Co., in pezzi come “Angel of Death” o “Lunar Master”, la loro vena metallica la fa da padrone. Aggiungeteci una punta di Iron Maiden soprattutto per gli assolo melodici e mai eccessivi ed avrete in mano un album che merita più d’una possibilità. Qualche decennio fa il Texas era rinomato soprattutto per le bistecche, poi hanno deciso di fare musica e che musica. Non è facile mettere insieme tutto un trentennio di vedute e sensazioni rock così diverse tra di loro e trovare un validissimo bandolo della matassa, una visione d’insieme che porta a risultati come quello raggiunto in questi otto brani dai Mothership. Consigliatissimo.

 

 

Recensione di Emiliano Vallarino

 

 

Tracklist:

1.Hallucination

2.Cosmic Rain

3.City Nights

4.Angel of Death

5.Win or Lose

6.Elenin

7.Eagle Soars

8.Lunar Master

 

Link:

 www.facebook.com/mothershipusa