CONDIVIDI

gio

14

feb

2013

Recensione RAGE OF ANGELS - Dreamworld

RAGE OF ANGELS

Dreamworld

Escape Music

Release date: 22 Febbraio 2013

 

 

 

Nome altisonante quello scelto da Ged Rylands per il suo ritorno alla ribalta dopo un decennio di assenza: Rage of Angels. Leggendo tra le righe della lineup del gruppo, possiamo assimilare ad “Angeli” compagni di viaggio con cui Ged ha avuto esperienze artistiche tra cui Harry Hess, Robert Hart, Danny Vaughn, Ralf Scheepers, Tommy Denander, Ralph Santolla, Vinny Burns. Dall'incontro di tante menti ne è nato un progetto capitanato dallo stesso Ged che, nel periodo di “riposo” per poter crescere la propria figlia, ha creato i brani che ritroviamo nell'album. Grazie alle conoscenze artistiche di Khalil Turk, titolare della Escape Music, che hanno portato alla collaborazione che hanno reso possibile la concretizzazione del progetto di Ged. Impronta Hard Rock ed Hard Aor dalla potente spinta ritmica e melodica, facilmente intuibile e riconoscibile dalle contaminazioni di elementi provenienti dai Ten (gruppo che vide Rylands alle tastiere per 3 album ed un live), Harem Scarem, Asia e Tyketto ove egli stesso milita nei live stage.

 

Alto pathos per “Dreamworld”, omonima traccia ed avvio dell'album che caratterizza immediatamente il calibro dell'album: alto, molto alto!!Una cannonata vocale quella di Matti Alfonzetti che, dopo le voci robotiche iniziali e le tastiere “spaziali” di Ged, si affiancano ad un riff granitico della chitarra di Neil Fraser. Eccellenti i fraseggi della sei corde rinchiusi nella classica struttura compositiva Hard AOR, impalcatura riproposta nell'altrettanto incisiva “See You Walking By”, che, in pieno stile Harem Scarem, propone una coralità vocale di Harry Hess di fattura cristallina supportata da un'altra grande performance di Fraser. Tripletta vincente quella messa a segno da Robert Hart con “Throught It All” che sfodera una qualità canora rara di questi tempi, supportato da riff di chitarra impeccabili, un solo eccellente e tastiere che aprono ad un ampio panorama. “Over and Over” è più “frivola” ma sempre di alto livello e, con Danny Vaughn alla voce, il risultato è abbastanza scontato. Breve introduzione strumentale “Prelude to the Gods” che apre le porte a “Falling”, nuova ondata di potenza ritmica cavalcata da Ralf Scheepers che offre una frizzante interpretazione vocale affiancato da tastiere e chitarre che rendono il brano di uno spessore notevole. “The Beating of Your Heart” frena l'euforia, regalandoci una Ballads intimistica e struggente, la chitarra di Tommy Denander si “commuove” ai piedi della parte vocale di uno strepitoso David Reed Watson, riprendendo vigore in un assolo fa venire la pelle d'oca tanto le note sembra partano dal cuore. Il tipico fruscio di un vinile introduce la Hard Rock song “Spinnin Wheel”, secca, legnosa e aggressiva dal ritmo coinvolgente e chitarre ruggenti, chitarre che, suonate da Ralph Santolla, Martin Kronlud, Xander Demos e Vinny Burns si sfidano in un botta e risposta in “Requiem for The Forgotten Soldiers”, altro brano strumentale, interrotto solo da una sorta di annuncio giornalistico con spari e sirene sullo “sfondo”. Lasciamo il tecnicismo strumentale non troppo fastidioso per approdare alla distensiva Ballad “We Live,We Breathe, We Die” che, cantata nuovamente da Robert Hart, affinacato da Vinniy Burns, offrono la degna e più azzeccata chiusura all'album, con un brano intimistico ed emotivo.

 

Un concept album dalle alte mire questo di Ged Rylands che ha saputo raccogliere collaborazioni di nomi importanti del panorama artistico, realizzando un disco variegato nella struttura e dalle varie sfaccettature melodiche. Si passa da brani morbidi a veri e propri pezzi Hard dalla ricca struttura e ricercatezza musicale; un prodotto che va apprezzato con un ascolto attento per cogliere i dettagli di ogni singolo brano. Una curiosità: è previsto un seguito a questo primo album e ne sentiremo le note nel prossimo 2014, ove sarà presente anche un brano intitolato “Rage of Angels” che Ged ha musicato dopo aver letto il testo prodotto da Bruce Mee, autore, per altro, dei testi di Dreamworld. Un lavoro che merita molta attenzione e che farà parlare di sè.

 

 

Luca MonsterLord

 

 

Tracklist:

 

1. Dreamworld

[vocals by Matti Alfonzetti (Impera, Red White and Blues, Jagged Edge), Lead guitar by Neil Fraser (Ten)]

2. See You Walking By

[vocals by Harry Hess (Harem Scarem), Lead guitar by Neil Fraser]

3. Through It All

[vocals by Robert Hart (Bad Company), Lead guitar by Neil Fraser]

4. Over and Over

[vocals by Danny Vaughn (Tyketto), Lead guitar by Neil Fraser]

5. Prelude for the Gods [instrumental]

6. Falling

[vocals by Ralf Scheepers (Primal Fear), Lead guitar by Neil Fraser]

7. The Beating of Your Heart

[Vocals by David Reed Watson, lead guitar by Tommy Denander]

8. Spinnin Wheel

[vocals by Danny Vaughn , Lead guitar by Neil Fraser]

9. Requiem for the Forgotten Soldier

[lead guitars by Ralph Santolla (Deicide,Obituary, Iced Earth), Martin Kronlud (Lover Under Cover, Reece Kronlud), Vinny Burns (Ten, Asia, Ultravox), Xander Demos]

10. We Live, We Breathe, We Die

[vocals by Robert Hart, lead guitar by Vinny Burns]

 

 

Lineup:

 

Ged Rylands: All guitars, keyboards and backing vocals

Martin Kronlud: Additional Guitars

Pera Johanssen: Drums

Michael Carlsson: Bass

 

Links:

www.facebook.com/RageOfAngelsUK

www.facebook.com/pages/Ged-Rylands/191184660899404