CONDIVIDI

mar

12

mar

2013

Recensione HIGHLORD - The Warning After

HIGHLORD

The Warning After

Punishment 18 Records

Release date: 25 marzo 2013

 

 

Gli Highlord sono ormai una band navigata del panorama power metal italiano, nati a Torino nel 1996, “The Warning After” è il loro settimo album che uscirà, tramite Punishment 18 Records, a quattro anni di distanza da “The Death of the Artist”. Lo stile del gruppo è un power metal non troppo tirato, con delle influenze hard & heavy a tratti sporcato di progressive che si fa ascoltare bene.

 

“The Warning After” si apre con “Tonightmare” un’intro lenta, quasi un brano di attesa che si lega e prepara alla carica di “The google mirror” un pezzo dall’inizio psichedelico che sfocia poi in puro hard rock. L’atmosfera cambia invece, in “Brothers to the end”, che inizia con un riff di chitarra, by Stefano Droetto, molto catchy che diventerà una sorta di ritornello per tutta la durata del brano che presenta anche diversi cambi di tempo e in cui il singer Andrea Marchisio riesce a creare un’aura quasi mistica. “Inside the vacuity circle” è un’altra intro, questa volta strumentale che introduce a “ Standing in the rain” pezzo speed metal a tutti gli effetti. “Of tears and Rhymes” è l’immancabile ballad con partenza acustica piano-voce che si evolve poi in elettrico. Chiude l’album “Arcade warriors” un pezzo power che vede la partecipazione di Ralph Schepeers dei Primal Fear.

 

L’artwork della cover è stato curato da Felipe Machado (Rhapsody of Fire, Blind Guardian), che unito ad una buona produzione, completa il quadro di “The Warning after”, chiara dimostrazione della bella prova del talento e della tecnica degli Highlord. La loro forza sta nel saper ben alternare tastiere e riff di chitarra così come brani più veloci e tecnici, tipici del power con altri più hard rock che spezzano il ritmo e “muovono” la tracklist. Nonostante questo genere abbia dei crismi da cui è difficile uscire e che offrono pochi spunti di originalità, l’album nel complesso di buona fattura, sia tecnica che artistica, tutto da ascoltare.

 

 

Monica Manghi

 

Tracklist

01.Tonightmare

02.The Goggle Mirror

03.Brothers to the end

04.Inside the vacuity circle

05.Standing in the rain

06.No more heroes

07.Of tears and rhymes

08.The warning after

09.In this wicked world

10.Arcade warriors (feat. Ralf Scheepers of Primal Fear)

       

Line up:

Stefano "Sted" Droetto: guitars

Andrea "Andy" Marchisio: voice

Daniele "Dani" Veronese: bass

Luca "T-1000" Pellegrino: drums

Emanuele "Mr. Triton" Salsa: keyboards

 

 

Links:

www.highlord.it

www.facebook.com/highlordofficial