CONDIVIDI

sab

16

mar

2013

Recensione ARTIFEX - Suspension of Disbelief

ARTIFEX

Suspension of Disbelief

Industries Inc.

Release date: 27 gennaio 2013

 

 

Gli Artifex sono una band calabrese ma con base a Bologna attiva da diversi anni nella scena alternative, “Suspension of Disbelief” è il loro full lenght uscito a gennaio, preceduto da un EP omonimo uscito nel 2011.

 

Il lavoro proposto è una sorta di album sperimentale in quanto fonde al proprio interno generi musicali apparentemente molto lontani fra loro, ma che la band riesce ad amalgamare bene e con gusto senza mai cadere negli eccessi. Prog, rock, pop e parti elettroniche, con un pizzico di metal, questa è la ricetta degli Artifex per il loro nuovo CD.

 

La tracklist si apre con “Free Will”, brano dalla partenza lenta che crea l’atmosfera dark e mistica che si manterrà per tutta la durata dell’album, in cui il singer Antonio Olivo dà un esempio delle proprie doti vocali. “No Gravity” e “You ‘n’ me” sono canzoni più dal sapore sinfonico, grazie alla presenza del piano, perfezionate da un’elettronica ben programmata e che maggiormente ricordano lo stile e il sound dei Porcupine Tree o dei King Crimson. Non a caso “Witness of transition” vede come guest star alla batteria Pat Mastelotto (King Crimson, Mr Mister) e gli Artifex regalano un pezzo intenso dove ancora una volta, chitarra, basso e batteria si mischiano all’elettronica in un clima elettropop. Il Cd si chiude con una “Ghost track” strumentale, una sorta di divagazione incantata quasi nostalgica, della band.

 

“Suspension of Disbelief” è un album “difficile” da capire e ascoltare se si è fans dell’hard rock puro, ma allo stesso tempo incredibilmente all’avanguardia, di una band che ha avuto una visione immaginaria quasi sognante e malinconica della musica. L’uso dell’elettronica, può piacere oppure no, sta di fatto che gli Artifex con questo lavoro ha dato prova di avere spirito di avventura in campo musicale. Consigliato ai fans delle band sopra citate, oppure ai curiosi che amano le sperimentazioni.

  

Monica Manghi

 

 

TrackList

01.Free Will

02.My Distress

03.No Gravity

04.Suspension

05.You'n'me

06.Electric Lights (feat. Fabrice Quagliotti)

07.Quench My Thirst

08.Disbelief

09.Witness Of Transition (feat. Pat Mastelotto)

10.Ghost Track (strumentale)

 

Line up:

Antonio Olivo – voce, chitarra, synth

Francesco Paonessa – batteria, synth

Davide Schipani – basso, chitarra, synth

 

Links: