CONDIVIDI

dom

14

apr

2013

Recensione KEE MARCELLO - "Judas Kiss"

KEE MARCELLO

Judas Kiss

7hard

Release date: 5 aprile 2013

 

 

Kee Marcello è conosciuto in tutto il mondo per essere entrato a far parte degli Europe alla fine degli anni 80 proprio quando la band svedese era in cima a tutte le classifiche mondiali. Così facendo viene però messa da parte tutta la sua carriera musicale che oggi si arricchisce di un nuovo tassello. Dopo aver suonato praticamente per tre band (Easy Action, Europe e Red Fun) oggi ci troviamo di fronte al quarto album, "Judas Kiss", uscito a suo nome (Shine on, Melon Demon Divine e Redux: Europe) che se da un lato prosegue il discorso solista intrapreso, dall'altro aggiunge nuovi spunti e qualche richiamo al suo passato più celebre.

 

“Zombie” è il brano posto in apertura, un hard rock potente che ha lo stesso effetto di un pugno preso in mezzo ai denti, seguito a ruota da “Dog Eat Dog” il primo singolo dal quale è stato estratto anche un videoclip dove il nostro artista è truccato in maniera da richiamare alla mente i recenti Joker degli ultimi Batman (omaggiati anche nella t-shirt da lui indossata). “I'm Stoned” è l'esatto esempio del proseguimento della strada intrapresa nella carriera solista, parte da “Raptor” (contenuta Melon Demon Divine) per poi aggiungere un qualcosa di vivace e nuovo. L'album “Judas Kiss” ha forti richiami al periodo trascorso in compagnia di Joey Tempest & c. visto che “Dead End Highway” avrebbe potuto trovare spazio “Out Of This World” per merito di alcuni passaggi di chitarra, così tecnici, veloci e puliti; mentre “And Forever More” è una versione moderna a due voci di “Girl From Lebanon” contenuta nell'album “Prisoners In Paradise”. Finalmente trova spazio “The Harder They Come” nata sotto forma di videoclip ben quattro anni -proposta più volte in sede live- oggi rivista e resa un po' meno Metallica-oriented. Strana la scelta di riproporre “Coming home” già contenuta nell'album precedente, qui variata solo nel mixaggio.

 

Se l'esordio solista era una ricerca spassionata della melodia ed il suo successore sterzava a tutta forza verso il rock più massiccio ed imponente, questa nuova fatica è un perfetto connubio di entrambe le strade intraprese. L'obiettivo -come più volte affermato dall'artista stesso- è la ricerca della melodia che possa catturare l'attenzione dell'ascoltatore e possa altresì arrivargli al cuore. Questo album è veramente un bacio di Giuda, uno di quei baci che quando lo ricevi, non puoi scordarlo facilmente. Da provare.

 

 

Recensione di Andrea Lami

 

Tracklist:

1.Zombie

2.Dog Eat Dog

3.Starless Sky

4.I'm Stoned

5.Dead End Highway

6.Judas Kiss

7.And Forever More (feat. Liv Moon)

8.Coming Home

9.Get On Top

10.The Harder They Come

11.Dead Give Away

12.Love Will Tear Us Apart

13.Metal Box

 

Line up:

Kee Marcello: chitarre, tastiere e voce

Ken Sandin: basso

Mike Terrana: batteria e percussioni

 

Links: 

www.keemarcello.com

 

cd disconibile su Amazon, Itunes, cdon.com

 

Scrivi commento

Commenti: 0