CONDIVIDI

gio

25

apr

2013

Live Report ROCKET FROM THE CRYPT + The Manges + The Leeches @ OCA “Officine Creative Ansaldo” di Milano – 24 Aprile 2013

Report e foto a cura di Luca Casella

 

 

Una bella serata da lupi mannari per via della luna piena ci accompagna sulla strada dell'OCA, che non è un animale da cortile ma un nuovo spazio dedicato agli spettacoli all'interno di quella che era una fabbrica metalmeccanica nel cuore di Milano. Arriviamo presto per poter assistere anche ai gruppi di supporto che aprono il ritorno, dopo tanti anni, scioglimenti e reunion dei ROCKET FROM THE CRYPT, band seminale per quanto riguarda un suono tra il garage anni sessanta ed il punk anni settanta, insomma "punk-con-sezione fiati", anche il nome nasce da una defunta punk-band degli annni '70. Nati in quel di San Diego fanno i primi passi tra il 1989 ed il 1990, ma è nel 1992 con l'album "Circa: Now!" che raggiungono il successo internazionale.

Con una cornice di pubblico non numerosa salgono sul palco i Brianzoli THE LEECHES che non ricordo quante volte ho già visto ma è sempre un bel sentire, mi piacciono, divertenti, irriverenti con un punk-rock corposo e dai testi al limite della follia scaldano l'ambiente che resterà un po' freschino per via delle vecchie mura spesse della ex-fabbrica. Chiudono il loro tempo a disposizione con "No Sports" e "Jesus loves The Leeches" due, ormai, classici del loro repertorio.

In attesa del cambio palco cominciamo a salutare i numerosi amici che, alla spicciolata, stanno arrivando. Si ricomincia con il suono "alla Ramones" dei MANGES, altra ottima band nel panorama punk Italiano, molto apprezzati e conosciuti dai presenti. Anche loro eseguono i loro classici più un immancabile cover dei quattro di New York a cui si ispirano " Gimme Gimme Shock Treatment" , bravi come al solito li ritroveremo di supporto ai Bad Religion nelle prossime date del tour Italiano. Purtroppo devo segnalare i suoni abbastanza impastati che caratterizzano entrambi le esibizioni.

Pronto ad accogliere i Californiani ROCKET FROM THE CRYPT mi avvicino al palco munito di macchinetta fotografica per fare qualche pessimo scatto. Si presentano tutti vestiti uguali con un completo alla Mariachi Messicano e Speedo (nome d'arte del cantante/fondatore) comincia a parlare... e lo farà anche durante il concerto, tanto, troppo tra una serie di canzoni e l'altra, all'inizio chiede ad un componente di Manges di fare da traduttore per quello che dice, anche se tutti capiamo....

 

Finalmente si parte con la musica, con la carica dei loro pezzi, con l'energia che sono soliti mettere nei live. Tra le prime songs inseriscono anche una che, a mio avviso è tra le più belle del loro repertorio, "On A Rope" , il sound resta con la pecca dell'impastatura ed è un peccato perchè il combo di San Diego ha grinta e tecnica da vendere. Come dicevo, ogni tanto anzi spesso il singer si dilunga in discorsi che faccio fatica a seguire annoiando una parte del pubblico che gli chiede di suonare invece di farci i complimenti come "miglior pubblico al mondo" e quando suonano ci piacciono molto. Verso il finale le prime file vengono chiamate dalla band a salire sul palco per gli ultimi pezzi, con conseguente cedimento del  prolungamento/passerella posta davanti alla linea delle spie degli strumenti, un danno che provoca qualche malumore tra gli addetti alla sicurezza, chiarito che il palco regge solo la band, si prosegue fino al bis che chiude il tutto. Grintosi, allegri, simpatici. Dopo aver salutato i molti vecchi amici incontrati ci avviamo verso casa. Grazie a Hard-Staff per l'ospitalità, ci si vede presto...

  

Setlist:

Pushed

Middle/Born in '69

On A Rope

Young Livers

Straigh American

Carne Voodoo

Boychucker

I Know

Made For You

Sturdy Weists

Get Down

Bring Vs Bullet

Arrow's Aim

Light Me

At In Arson Class

Rid Or Ride

Dick On A Dog

 

 

THE MANGES