CONDIVIDI

lun

29

apr

2013

WHITESNAKE – Intervista a David Coverdale

Intervista a cura di Daniela Patanè 

 

RRM: Ciao David, grazie per averci concesso questa intervista! Parliamo subito del nuovo live DVD- "Made in Japan". Già dal trailer non vedevamo l’ora di vederlo e scoprire quali e quanti contenuti speciali si potessero trovare.

 

DC: Sì...siamo entusiasti del fatto che i contenuti speciali contengono due video dei fan, montati dal nostro amico ‘Purplesnake’ da San Paolo, in Brasile, il quale va alla ricerca di video su internet e li monta sulla base delle nostre canzoni. Lo fa davvero con grande passione e adoriamo il suo lavoro. E’ molto bravo. Nel dvd ci sono inoltre delle tracce registrate dai nostri soundcheck in Giappone, senza che noi lo sapessimo, quindi scovarli è stata una bella sorpresa anche per noi!

 

RRM: Le precedenti pubblicazioni live dei WS avevano una serie di titoli piuttosto caratteristici (Live In The Still Of The Night, Live In The Shadow Of The Blues, Live In The Heart Of The City), quest’ultimo invece non segue lo stesso filone ed è inoltre associato molto spesso ad un altro celeberrimo live album dei Deep Purple. Perché avete scelto questo titolo?

 

DC:  lascio a voi i paragoni stupidi. Si chiama ‘Whitesnake Made In Japan’...non ha nulla a che fare con la mia band precedente ...la ragione è molto semplice ...E’ STATO INTERAMENTE REGISTRATO IN GIAPPONE!! pensa un po’....

  

RRM: Cosa puoi dirci delle prossime uscite previste per quest’anno? Abbiamo letto di una versione ampliata di Into The Light e di Starkers in Tokyo.

 

DC: No, è più probabile che escano nel 2014. A giugno o luglio faremo uscire un doppio CD live dal titolo ‘MADE IN BRITAIN’, perché è stato registrato nel Regno Unito durante il FOREVERMORE World Tour. Il secondo CD si chiama ‘The World Record’ e contiene tracce…indovina un po’? Da tutto il mondo.

 

RRM: Stai facendo un uso intensivo di Twitter ultimamente, pensavo che i social network non ti piacessero molto, cosa ti ha fatto cambiare idea?

 

DC: Mi avvalgo delle nuove tecnologie per registrare le mie canzoni ed è un modo meraviglioso di interagire con le persone che amano i Whitesnake e mi aiutano a diffondere il Vangelo del Serpente. Inoltre è molto divertente, altrimenti non lo farei. Molti giornalisti non fanno bene i compiti a casa e non mi fanno le domande alle quali i fan sono veramente interessati. In questo modo posso rispondere direttamente alle persone che amano davvero la mia musica.

 

RRM: Hai postato anche cose molto private, come ad esempio le foto del tuo matrimonio. Non temi di esporti eccessivamente?


DC: No, se hai mai ascoltato la mia musica saprai che da decenni metto a nudo la mia anima e il mio cuore ed altre parti di me, è molto rivelatrice.

 

RRM: WS.com è il principale punto di riferimento per i fan dei WS su internet. WSTV ad esempio è un progetto fantastico. Pensi che potrà avere un seguito anche durante il tour? Magari mostrandoci un po’ il dietro le quinte?

 

DC: Sì, questo è il piano: “Video cartoline dall’estero”. Speriamo di farcela, visto che in tour siamo sempre molto occupati.

  

RRM: Molte persone associano momenti particolari della loro vita alla tua musica. Come ci si sente ad essere il “dottore dell’anima” per così tante persone in tutto il mondo?

 

DC: Mmm...non ne sono sicuro...io scrivo canzoni e le canto. Non pretendo né desidero essere il dottore dell’anima di nessuno, se non di me stesso, tutto il resto è a giudizio dei singoli individui e di Dio.

 

RRM: Doug Aldrich e Reb Beach lavorano con te da dieci anni. In che misura hanno contribuito alla creazione della attuale identità dei Whitesnake?

 

DC: Contribuiscono in maniera sostanziale alla crescita e all’espansione dei Whitesnake. Mi aiutano a perseguire i miei obiettivi e fanno un lavoro incredibile. Adoro lavorare con loro, sia a livello personale, sia a livello professionale.

 

RRM: Che puoi dirci sul film “Discoverdale”? Ne eri a conoscenza dall’inizio, oppure è stata una sorpresa anche per te? Quando uscirà?

 

DC: All’inizio non ne sapevo nulla, poi quando la mia partecipazione si è resa necessaria e mi hanno spiegato di cosa si trattava sono scoppiato a ridere e ho acconsentito con entusiasmo. E’ davvero molto divertente ed auguro loro molto successo. E’ un film fantastico e sono contento di farne parte. Dovrebbe uscire nei cinema minori proprio in questo periodo.

  

RRM: Stiamo programmando di vedere qualche concerto dei Whitesnake in Europa. Purtroppo i WS non hanno ancora ricevuto inviti da parte dei promoter italiani, come possiamo rimediare?

 

DC: Trovate dei promoter migliori…

 

RRM: Grazie ancora per il tuo tempo David, c’è qualcosa che vorresti dire ai lettori di Rock Rebel Magazine?

 

DC: Sì...Grazie per il supporto che avete dimostrato ai Whitesnake per 35 meravigliosi anni.