CONDIVIDI

mar

14

mag

2013

Recensione della ristampa di "Burning Rain" e "Pleasure To Burn" dei BURNING RAIN

BURNING RAIN

"Burning Rain"  - "Pleasure To Burn"

Frontiers Records

Release Date : 17 maggio 2013

 

La Frontiers fa le cose in grande, ristampando i primi due lavori dei Burning Rain "Burning Rain" e "Pleasure To Burn" insieme all'ultimo splendido “Epic Obsession” ( la recensione qui). Doug Aldrich, reduce dalle esperienze con i Lion, prima e successivamente con Hurricane, House Of Lords e Bad Moon Rising, decide di unire le forze con lo strabiliante singer Keith St. John, fuoriuscito da due progetti poco fortunati con il chitarrista Marc Ferrari (ex Keel e Cold Sweat). La grande ispirazione di Aldrich unita alle accattivanti e sensuali linee vocali di St. John, dà luce ad un primo lavoro forse un po' acerbo, ma che mostra i basamenti sui quali, successivamente, il biondo chitarrista americano contribuirà a ricostruire il sound degli Whitesnake.

 

Nel primo cd omonimo troviamo un po' di tutto, dal funky rock dell'opener “Smooth Locomotion”, al classico sleazy di “Jungle Queen” (ideale punto di incontro tra Led Zeppelin e Guns 'N Roses). In generale tutte le canzoni hanno quel qualcosa che ti prende dentro e ti costringe a tenere il tempo. Gli assoli poi sono sempre il valore aggiunto di ogni pezzo (vedi “Fool No More”, “Can't Cure The Fire” o “Seasons Of Autumn”), mai banali e sempre stracarichi di ispirazione e gusto. Nella nuova versione sono presenti due bonus track, che ci permettono di assaporare anche in chiave acustica il personalissimo tocco di Doug Aldrich.

 

Tracklist Burning Rain

 

1. Smooth Locomotion

2. Superstar Train

3. Jungle Queen

4. Making My Heart Beat

5. Fool No More

6. Cherry Grove

7. Can't Cure The Fire

8. Can't Turn Your Back On Love

9. Heaven's Garden

10. Tokyo Rising

11. Seasons Of Autumn

11. Smooth Locomotion (Acoustic)

12. Can't Turn Your Back On Love (Acoustic)

 

 

Il secondo Pleasure To Burn, uscito nel 2000, ad appena un anno dal loro debutto, si fa notare per il gran miglioramento a livello di songwriting. Le canzoni sono più definite e sono la classica mazzata in pieno volto. Impossibile non farsi trascinare da pezzi come “Fireball”, “Stone Cold 'n Crazy”, “Metal Superman” e “Shot Down” (ascoltatela e scoprirete dove è nato il riff di “Love Will Set You Free”), tonnellate di energia e adrenalina allo stato puro. Quando i ritmi rallentano, si materializzano “Cherie Don't Break My Heart”, splendida ballad in puro stile Whitesnake, con un St. John stellare e l'angelica “Faithfully Yours”. “Pleasure To Burn” si mantiene sempre su livelli altissimi senza mai subire cali di tensione. Da citare assolutamente “Judgment Day” (perla di questo lavoro), con il suo incedere Zeppelin, dove St. John si avvicina in maniera incredibile ai registri di Robert Plant e Doug dipinge trame degne del miglior Jimmy Page. In chiusura due bonus tracks che rendono sicuramente ancora più appetibile l'acquisto di questa ristampa. Complimenti alla nostrana Frontiers che ci dimostra ancora di aver un gusto sopraffino!

 

 

 

Recensione di Fabrizio Tasso

  

 

Tracklist Pleasure To Burn

1. Fireball

2. Love Emotion

3. Stone Cold 'n Crazy

4. Cherie Don't Break My Heart

5. Shot Down

6. Love De Jour

7. Faithfully Yours

8. Sex Machine

9. Metal Superman

10. Judgement Day

11. Devil Money

11. Live For That Rush (Unreleased Demo)

12. Cherie Don't Break My Heart (Acoustic)

 

Line Up:

Doug Aldrich – chitarra

Keith St. John – voce

Ian Mayo – basso

Alex Makarovich - batteria

 

Links:

www.burningrain.net

www.dougaldrich.com

www.facebook.com/BurningRain?fref=ts