CONDIVIDI

gio

16

mag

2013

KLOGR AL SERVIZIO DI SEA SHEPHERD: 23 maggio@ Rock'n'Roll di RHO anteprima del video per la raccolta fondi per l'organizzazione internazionale no-profit

KLOGR lanciano un nuovo modo per raccogliere fondi sostenendo grazie alla loro musica l'organizzazione internazionale SEA SHEPHERD CONSERVATION SOCIETY,  la campagna visite youtube del nuovo video “Guinea Pigs” (mixato da Logan Mader) che verrà proiettato in anteprima al Rock'n'Roll di RHO giovedì 23 maggio (dalle 20 alle 21 buffet e a seguire proiezione del video).


Dal 24 maggio il video verrà caricato sul canale Youtube della band e da quel momento ogni singola visualizzazione varrà 0,05 cent: il totale raccolto sarà interamente devoluto alla SEA SHEPHERD, organizzazione internazionale fondata nel 1977 da Paul Watson.

Già sostenuta da numerose star internazionali della musica e dello spettacolo (per scoprire chi basta collegarsi al sito: http://www.artistsforseashepherd.orgSEA SHEPHERD CONSERVATION SOCIETY (SSCS) è un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro, la cui missione é quella di fermare la distruzione dell'habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani del mondo, per salvaguardare la delicata biodiversità degli ecosistemi oceanici e garantirne la sopravvivenza. SEA SHEPHERD utilizza l'azione diretta per investigare, documentare e agire, per mostrare al mondo cosa sta succedendo nei mari che ci circondano e impedire le attività illegali in alto mare.

 

 

 

SEA SHEPHERD CONSERVATION SOCIETY

Fondata nel 1977 dal Capitano Paul Watson, Sea Shepherd Conservation Society (SSCS) è la più attiva e agguerrita Organizzazione per la tutela degli Oceani e della fauna marina.

La flotta di Sea Shepherd è composta da quattro navi con a bordo equipaggi di volontari provenienti da tutto il mondo e disposti a rischiare la propria vita per la causa. Sea Shepherd non protesta, ma agisce in maniera diretta contro i bracconieri.

Tra le numerose campagne portate avanti in 36 anni di storia ricordiamo quelle in Canada contro il massacro delle foche, alle Isole Far Oer contro la mattanza di globicefali ed in Mediterraneo contro la pesca al tonno rosso. Inoltre, SSCS collabora ufficialmente da diversi anni con le forze di polizia delle Isole Galapagos e porta avanti anche Campagne a terra, come quella contro la strage di delfini a Taiji (Giappone) e delle otarie in Namibia e negli Stati Uniti.

La Campagna principale e più impegnativa si svolge ogni anno, da circa un decennio, in Oceano Antartico contro la caccia commerciale alle balene, mascherata da ricerca scientifica, praticata dalla flotta baleniera giapponese. Ogni anno, all'interno di un Santuario internazionalmente istituito per i Cetacei, i giapponesi tentano di uccidere 1.035 balene ma, grazie a Sea Shepherd, negli ultimi anni questo numero si è drasticamente ridotto e ha permesso a circa 5.000 balene di continuare a nuotare libere.

Nell’ultimo anno Operazione Zero Tolerance, la nona campagna antartica in difesa delle balene, ha inferto l’ennesimo colpo di grazia alla baleneria giapponese, causandole enormi perdite economiche e riducendo la quota di caccia al di sotto del 10%.

Operazione Requiem in difesa degli squali ed Operazione Kimberley Miinimbi in difesa delle balene in Australia Nord-Occidentale hanno avuto entrambe un enorme successo.

La decima campagna antartica, Operazione Relentless, è stata annunciata il 9 Maggio da Sea Shepherd Australia. I balenieri giapponesi hanno definito così l’opposizione di Sea Shepherd alle loro attività di baleneria: “implacabile”, “ostinata” e Sea Shepherd Conservation Society è orgogliosa di esserlo.

SSCS esiste e va avanti grazie alla volontà e al supporto dei singoli individui (volontari e sostenitori).

 

 

 

Contatti
Sito italiano: 
www.seashepherd.it

Sito internazionale: www.seashepherd.org

Informazioni e contatti: contatto@seashepherd.it info@seashepherd.org

Contatti media: media@seashepherd.it - media@seashepherd.org