CONDIVIDI

dom

19

mag

2013

Live Report Powerfest con SECRET SPHERE + Trick Or Treat + Mirrormaze @ Rock N’ Roll Arena di Romagnano Sesia (NO)- 18 Maggio 2013

Report a cura di Fabrizio Tasso e Emiliano Vallarino

 

Nonostante sembri inverno inoltrato e Noè ci abbia fatto chiaramente capire che con tre persone in più a bordo non si sarebbe infranta nessuna regola, decidiamo di partire da Genova alla volta di Romagnano Sesia per assistere al Powerfest. Non capita tutti i giorni di poter avere sullo stesso palco due tra le migliori voci del panorama mondiale rock e per di più italiane, quindi alla fin fine trecento e passa chilometri tra andata e ritorno, passati a fare acquaplaning con l'impressione di essere nel film "La tempesta perfetta", sono un piccolo prezzo da pagare e il Rock'n'Roll è il locale giusto per passare un sabato sera all'insegna della buona musica e del puro divertimento.

Facciamo giusto in tempo a prendere posto sotto il palco, che i Mirrormaze iniziano il loro live set. La loro setlist è naturalmente incentrata sullo spettacolare debut album “Walkabout”, uscito giusto un anno fa. Quello che colpisce di più dei cinque giovani musicisti è la tecnica stratosferica che riesce a tenere l'orecchio e lo sguardo del pubblico sempre puntato su di loro. In più pezzi come “Earn You Answers” e “Deeper Sign” non hanno nulla da invidiare ai mostri sacri del genere (vedi Dream Theater o Fates Warning). Buona anche la prova di Davide Scuderi dietro il microfono, che in questa data sostituisce, in maniera egregia, il singer titolare Fabio D'Amore. Cercate il loro cd, ne resterete sicuramente strabiliati e se volete vederli all'opera apriranno per Neal Morse al 2Day Prog Fest di Veruno. Band rivelazione!

Un rapido soundcheck e i Trick or Treat si catapultano sul palco sulle note dell'intro. Alessandro Conti è il solito istrione e non tarda molto a mettere a suo agio un pubblico timido, che spinto dal cantante avanzerà fin sotto lo stage. Tra brani come le spettacolari "Loser Song" e "Freedom", tratte dal penultimo full lenght "Tin Soldiers", l'immancabile cover di Cindy Lauper "Girls Just Wanna Have Fun" e vari estratti dal loro ultimo lavoro "Rabbit's Hill pt. 1" (su tutte "False Paradise” e la title track), il tempo scorre fin troppo veloce grazie alla bravura dei cinque musicisti emiliani. La tecnica di "Leo" Villani Conti al basso e Guido Benedetti alla chitarra non sono una novità e una nota di merito va sicuramente al nuovo giovanissimo batterista Luca Setti. All'altra chitarra notiamo l'assenza del fondatore del gruppo, Luca Cabri, che attraverso le parole di Alle scopriremo essere alle prese con la preparazione del suo imminente matrimonio, ma non per questo la prestazione del chitarrista di fortuna, Luca Venturelli, cambierà di molto le carte in tavola. Parlare della bravura di Alessandro Conti, voce dei Trick or Treat e dei Luca Turilli's Rhapsody, è fin troppo banale. Bravo e tecnico come pochi, simpaticissimo e coinvolgente, scherza con il pubblico per tutto il concerto, spara coriandoli e ci fornisce una prestazione vocale da incorniciare. La speranza futura di rivederlo duettare con Michael Kiske non è da riporre in qualche cassetto della memoria e su questo pensiero, mentre la band lascia il palco, parte una serie di bionde al bancone del bar, in attesa dei Secret Sphere.

Ed ora è il turno degli headliner della serata: Secret Sphere. Michele Luppi, Marco Pastorino, Aldo Lonobile e compagni ci hanno (come al solito) regalato una prestazione di altissimo livello. Il coinvolgimento che riescono a trasmettere questi 6 ragazzi è una cosa strepitosa. Il fatto di riuscire ad unire la loro tecnica sopraffina ad un atteggiamento scanzonato e divertente rende i Secret Sphere una delle band più attrattive a livello italiano e internazionale. Il concerto è incentrato sui brani dell'ultimo capolavoro “Portrait Of A Dying Heart”, uniti ad alcuni estratti dal precedente “Archetype” e ad un paio di pezzi scelti da “A Time Never Come” (anno 2001). Michele Luppi come sempre dimostra di essere un cantante superlativo (vedi l'acuto su “Healing”) e un frontman di razza come pochi. I brani scorrono tra l'esaltazione sempre più concreta del pubblico. Magnifico il duetto su “Mr. Sin” con Alessandro Conti, con tanto di stage diving finale da parte di Luppi. Devastante l'esecuzione di “The Fall”, vera sferzata di violenza in pieno viso e da brividi l'interpretazione del lento “Eternity”, che punta al cuore di tutti i presenti. In chiusura “Lady Of Silence”, prima del bis affidato a “Lie To me”, cantata in coppia con Gabriele Ciaccia (tastiere). Menzione particolare per Andrea Buratto e Federico Pennazzato, vero motore del sound della band.

 

Anche se il tempo non è stato clemente la serata si è rivelata un vero successo. Ancora una volta bisogna fare i complimenti al Rock N Roll per aver costruito una serata professionale, che ha reso felice il pubblico presente. Per quanto ci riguarda abbiamo indossato lo scafandro e siamo tornati sani e salvi a casa. Tutto questo è Rock N Roll! Stay rock!

 

 

Set List Secret Sphere:

1. Portrait Of A Dying Heart

2. X

3. Wish & Steadiness

4. Union

5. Healing

6. The Fall

7. Lie To Me

8. Mr. Sin (with Alessandro Conti)

9. The Scars That You Can't See

10. Legend

11. Eternity

12. Lady Of Silence

bis

13. Lie To Me

 

Set List Trick or Treat

1. Prince With a 1000 Enemies

2. Loser Song

3. Freedom

4. Girls Just Wanna Have Fun

5. Rabbit's Hill

6. False Paradise

7. Like Donald Duck

8. Evil Needs Candy Too

 

Set List Mirrormaze

1. Vicious Circle

2. Prisoner

3. Earn Your Answers

4. Deeper Signs

5. Joke

 

Trick Or Treat

Mirrormaze