CONDIVIDI

mar

21

mag

2013

Live Report CRASHDIET @ RockPlanet - Pinarella di Cervia -18 maggio 2013

Report e foto a cura di Andrea Lami 

 

Quella a cui ci accingiamo a prendere parte è una serata in pieno stile rock’n’roll nella più remota Romagna. Ad aprire le dance ci pensano i SLEEKSTAIN una band francese che ha già avuto l’onore di aprire i concerti di L.A. Guns/Pretty Boys Floyd e Vains of Jenna. Il loro sleazy rock è fin troppo semplice e risulta strano pensare che dopo così tanti concerti al fianco di band così note, non abbiano ancora rubato i trucchi del mestiere per riuscire a fare una hit single come si deve. La carica è buona, il meno bravo sembra il cantante mentre gli altri se la cavano bene. Un buon inizio

Con il solito look new-glam entrano sul palco i SISTER, un’altra band proveniente dalla Svezia che abbiamo già avuto occasione di ascoltare dal vivo in apertura degli Hardcore Superstar. Rispetto ai Sleekstain che li hanno preceduti, sembrano decisamente più a proprio agio sul palco e facendo un confronto con lo scorso anno qualche passo avanti è stato fatto. Le stesse canzoni che ci propongono hanno un chè di interessante, qualche rimando alle band più note del passato (chi ha detto Motley Crue più incazzati..), anche se tutto sommato sembrano vincenti. Il cantante è un fiume in piena, non si ferma mai tanto che solo nel finale si riesce ad immortalarlo con la digitale.

 

Set List SISTER

1. Body blow

2. The unlucky minority

3. Hated

4. Spit on me

5. I don’t mind

6. Vulture/Werewolf on Blackstreet

7. would you love a creature

8. Bullshit & backstabbing

9. Slay yerself

10. Too fat for you

 

E' da poco passata la mezzanotte quando i CRASHDIET salgono sul palco. Basta una canzone per far letteralmente esplodere il locale. La maturazione della band è talmente evidente che risulta impossibile non accorgersene, soprattutto per chi come noi che ha già avuto occasione di vederli qualche anno fa in apertura degli Hardcore Superstar. La scaletta è ben curata e ne fanno parte canzoni estratte da quasi tutti gli album prodotti fino ad oggi. Un po' tutti conoscono la storia di questo quartetto, prima la perdita di Dave Leppard sette anni fa, ora quella del tour manager all'inizio del tour e di tutti i problemi che ne sono seguiti. Ma l'affetto che gli tributa il pubblico (molto giovane) è veramente grande. Toccante l'esecuzione di "California" dedicata proprio allo scomparso amico-collega. L’esibizione prosegue senza sosta e senza cali di tensione merito di canzoni come "Generation Wild", “Breakin’ The Chainz” e “Riot For Everyone” tra le quali si inserisce anche "Cocaine Cowboys" ben conosciute dalla maggior parte del pubblico. Peccato che Simon Cruz dal vivo non abbia la stessa resa che ha in fase di registrazione, forse questo è l'unico difetto di una band che pare pronta a fare il grande salto verso la notorietà.

 

Un concerto che ha fatto divertire i presenti dall'inizio alla fine! Un vero sabato sera passato un Romagna tra piadine e rock'n'roll. 

 

Set List CRASHDIET

01. Change the world

02. Circus

03. Tikket

04. So alive

05. Lickin’ dog

06. California

07. Chemical

08. Garden of Babylon

09. Breakin’ the chainz

10. Riot in everyone

11. Anarchy

12. Queen obscene

13. Generation wild

14. Cocaine cowboys

 

SISTER

SLEEKSTAIN