CONDIVIDI

mar

11

giu

2013

Recensione JORN - "Traveller"

JORN

Traveller

Frontiers Records

Release Date : 14 giugno 2013

 

Periodo straordinario ed estremamente prolifico per il biondo cantante norvegese che, nello spazio di un anno, sforna la sua terza release che si aggiunge ai precedenti “Bring Heavy Rock To The Land” (Giugno 2012) e “Symphonic” (Gennaio 2013). Insieme a Jorn troviamo gli storici Willy Bendiksen alla batteria e Jimmy Iversen alla chitarra, più due nuovi innesti che rispondono al nome di Trond Holter (chitarra) e Bernt Jansen (basso), arrivati direttamente dagli Wig Wam. “Traveller” rimane sulla falsariga del precedente album aggiungendo però una buona dose di riff più pesanti e toni decisamente più oscuri.

 

La perizia musicale è qualitativamente altissima, ma ancora una volta è la voce di Lande a farla da padrone. Anche se stilisticamente l'album non si discosta di molto dalle sue tipiche produzioni, come al solito le canzoni hanno quel magico potere di riuscire a stregare l'ascoltatore dopo pochissimi ascolti. Questo lavoro suona senz'altro più metal rispetto al precedente, per accorgersene basta schiacciare play e farsi travolgere dalla potenza che scaturisce dall'opener “Overload”. Non da meno le seguenti “Cancer Demon” e il singolo “Traveller”, dotate di riff chitarristici estremamente pesanti e azzeccati. Una spanna sopra tutte sono “Legend Man” e “Rev On”, veri e propri inni hard rock dal tiro trascinante, l'oscura “Carry The Black” e la più melodica “Monsoon”, sicuramente tra le migliori composizioni scritte dal singer scandinavo. In chiusura ancora un toccante tributo al suo nume tutelare (Ronnie James Dio per chi non lo sapesse) con “The Man Who Was King”, che sviscera nel migliore dei modi l'immensa ammirazione che Jorn ha sempre avuto nei suoi confronti. Questo “Traveller” finalmente getta luce sul suo abbandono al progetto Avantasia e ai Masterplan, in effetti la scelta da parte del “Duke Of Love” di puntare decisamente sulla propria carriera solista si rivela una passo dovuto e professionalmente da stimare.

 

In più questo cd dimostra che la sua vena artistica è di gran lunga distante dall'esaurirsi. “Traveller” farà sicuramente la felicità di tutti i suoi fans e probabilmente gliene farà acquistare dei nuovi. Voi in ogni caso dategli una chance, siamo certi che non vi deluderà.

 

 

Fabrizio Tasso

 

 

Tracklist

1. Overload

2. Cancer Demon

3. Traveller

4. Window Maker

5. Make Your Engine Scream

6. Legend Man

7. Carry The Black

8. Rev On

9. Monsoon

10. The Man Who Was King

 

Line Up

Jorn Lande – Voce

Willy Bendiksen – Batteria

Trond Holter – Chitarra

Jimmy Iversen – Chitarra

Bernt Jansen – Basso

 

Link:

www.jornlande.com

www.facebook.com/jornlande

www.frontiers.it