CONDIVIDI

ven

14

giu

2013

Recensione 8FULSTRIKE - "Environmental Breakdown"

8FULSTRIKE

Environmental Breakdown

Jetglow Recordings

Release date: 15 giugno 2013

 

  

Con l’uscita del primo disco “Leave Yourself Behind” ci eravamo fatti più o meno un’idea del sound degli 8FULSTRIKE e del loro groove metal dalle reminiscenze death neanche tanto velate. Li ritroviamo due anni dopo e sembra che le idee della band abbiamo trovato finalmente una chiave di lettura nitida, personale. Certo, è solo un ep di quattro canzoni, ma “Environmental Breakdown” è chiaramente un passo avanti verso la realizzazione di un progetto nostrano di grande spessore.

 

La band composta da sette elementi (ogni membro del gruppo ha il nome di uno dei peccati capitali) mixa alla perfezione le contrapposizioni canore in stile growl e grind di Gluttony e Envy con un suono corposo dettato dalle chitarre e dall’uso sapiente del basso da parte del solito Pride. La partenza rabbiosa di “Blind” è un pugno di fuoco che incendierà gli stereo dei fortunati possessori dell’ep. La title track, è inizialmente violenta al punto giusto e dal retrogusto Panteriano, per poi sfociare in un periodo più riflessivo, canzone variegata e dalle molteplici sfumature. Con la cover di “Bad Touch” degli statunitensi Bloodhound gang (ricordate il video porno-soft nel quale la band travestita da scimpanzé mimava a più riprese atti di sodomia) esce fuori la goliardia degli 8fulstrike, pur rimanendo sempre su sonorità piuttosto scure e letali, mentre la finale “Heartbeat”, forte di un riff che sega in due testa e gambe si presta favorevolmente a giochi di pogo e headbanging in sede live.

 

A questo punto c’è da credere che il terzo capitolo sarà la consacrazione definitiva della band, perché giunti alla fine di questo “Environmental Breakdown” si sente il bisogno di ulteriore overdose da 8fulstrike che un ep di sole quattro canzoni non riesce ad alimentare, accrescendo invece la voglia di risentirli il prima possibile con qualcosa di più “voluminoso”. Una realtà italiana proprio da non sottovalutare.

 

 

Recensione di Emiliano Vallarino

 

 

Tracklist:

01. Blind

02. Environmental Breakdown

03. Bad Touch

04. Heartbeat

 

Line up:

Gluttony (voce)

Envy (voce)

Greed (chitarra)

Wrath (chitarra)

Pride (basso)

Lust (sinth)

Sloth (batteria)

 

Link:

www.8fulstrike.it

twitter.com/8fulstrike

www.facebook.com/8fulstrike

www.jetglowrecordings.it

www.facebook.com/pages/Jetglow-Recordings/169157919761098