CONDIVIDI

lun

15

lug

2013

YEAHJASI! BRINDISI POP FEST 2013: ad agosto ospiti Piero PELU', GIANNI MAROCCOLO, MANUEL AGNELLI e GIGI GIANCURSI e TOMMASO CERASUOLO (PERTURBAZIONE)

2 e 3 Agosto 2013 – Ex Fadda - San Vito dei Normanni (BR) 

PIERO PELU’, MANUEL AGNELLI, GIANNI MAROCCOLO E PERTURBAZIONE GLI OSPITI DELLA II EDIZIONE DI YEAHJASI! BRINDISI POP FEST!

 

Sono Manuel Agnelli, Piero Pelù, Gianni Maroccolo e Tommaso Cerasuolo e Gigi Giancursi, dei Perturbazione, gli ospiti della seconda edizione dello Yeahjasi! Brindisi Pop Fest, diretto da Amerigo Verardi e Roberto D’Ambrosio.

 

Cinque importanti attese presenze che condiranno così la nuova edizione dell’happening musicale che si terrà i prossimi 2 e 3 agosto negli spazi dell’Ex Fadda di San Vito dei Normanni (Br), e che offrirà ai giovani musicisti del territorio la possibilità di entrare in contatto e suonare con alcune delle personalità più significative del rock italiano. “Alle tredici band della provincia di Brindisi – spiegano Amerigo Verardi e Roberto D’Ambrosio – e alle altre cinque pugliesi che avranno la possibilità di esibirsi, anche in questa nuova edizione proponiamo interazioni (sul palco e non) fra giovani musicisti e alcune delle firme più importanti del panorama musicale nazionale. Siamo molto contenti, e ci teniamo a ringraziare pubblicamente gli ospiti della seconda edizione, siamo davvero onorati di avere con noi Piero Pelù, Manuel Agnelli e Gigi Giancursi e Tommaso Cerasuolo dei Perturbazione, così come siamo davvero felici di ospitare nuovamente - come avvenuto nel 2012 – un grande musicista, un uomo che amiamo molto: Gianni Maroccolo. Come è nell’idea di fondo del Brindisi Pop Fest, e come è avvenuto anche lo scorso anno, i musicisti ospiti accettano con encomiabile spirito lo scambio artistico tra loro e i giovani talenti del territorio brindisino, in una interazione progressiva che passerà attraverso il confronto nei workshop pomeridiani, delle h 16, fino alla collaborazione musicale vera e propria. Ci sarà infatti l’occasione, per alcuni dei più talentuosi giovani musicisti della provincia di Brindisi, di poter suonare sul palco insieme a dei grandissimi nomi del rock italiano come Piero Pelù, Gianni Maroccolo, Manuel Agnelli, e Gigi Giancursi e Tommaso Cerasuolo dei Perturbazione. Tutto questo si concretizzerà in pubblico attraverso i workshop coordinati e moderati da Barbara Santi (Rumore) e attraverso i concerti del 2 e 3 agosto prossimi. Vi invitiamo a trascorrere insieme a noi due giornate davvero uniche!

 

Molto importante, per tutti noi, è sottolineare che la seconda edizione di YeahJaSì! Brindisi Pop Fest sarà dedicata con tutto il nostro affetto e riconoscimento all’Artista che abbiamo avuto l’onore di ospitare lo scorso anno, e che anche quest’anno avremmo amato avere con noi: il Maestro e Amico CLAUDIO ROCCHI.”

 

YEAHJASI! Brindisi Pop Fest 2013 – ExFadda Summer è parte della Rete dei Festival Puglia Sounds 2013 - 2014 - Rete dei festival Social Sounds, realizzato nell’ambito del PO FESR Puglia 2007-2013 Asse IV. 

www.yeahjasi.it

 

 

GLI OSPITI DI YEAHJASI! BRINDISI POP FEST 2013:

 

VENERDÌ 2 AGOSTO - PIERO PELÙ E GIANNI MAROCCOLO

 

Cofondatori di uno dei gruppi rock italiani più importanti di sempre, i Litfiba, il leader carismatico Piero Pelù e il bassista Gianni Maroccolo saranno gli ospiti della prima giornata del festival. Pubblicato nel 1985 il primo album Desaparecido, 17 Re (1986) e Litfiba 3 (1988) i Litfiba completeranno poi quella che si definisce la “trilogia del potere”, con oltre 400 concerti in Europa sul finire degli anni ottanta, per una rivisitazione riproposta proprio in questo 2013 con la Trilogia 1983-1989 live. Dopo la partenza di Maroccolo e dopo aver già lasciato un segno definitivo nella la storia del rock italiano, negli anni 90 Piero Pelù ed i Litfiba si propongono con la cosiddetta tetralogia degli elementi che si rivelerà un enorme successo: El diablo, Terremoto, Spirito e Mondi Sommersi a cui seguirà Infinito (1999). Nel 1999 Piero Pelù inaugura una felice carriera da solista pubblicando il suo primo singolo Il mio nome è mai più, firmandolo con Ligabue e Jovanotti e devolvendo gli introiti delle vendite a Emergency. L’eclettico primo album pubblicato a suo nome, Né buoni né cattivi, è del 2000, mentre successivamente Pelù pubblica U.D.S. Uomo della strada, 100%Live (2003) e Soggetti Smarriti (2004) che chiude la fortunata “trilogia dei sopravvissuti”. Nel 2006 esce In faccia e nel 2008 Fenomeni, un altro grande successo. Nel 2009 partecipa con il supergruppo Artisti uniti per l’Abruzzo alla realizzazione del singolo Domani 21-4-2009, il cui ricavato è stato destinato al fondo benefico “Salviamo l’arte in Abruzzo”. L’11 dicembre 2009 viene ufficializzato il ritorno di Pelù come voce e frontman dei Litfiba nel doppio live del 2010 Stato libero di Litfiba, mentre nel 2013 Piero Pelù, Gianni Maroccolo e i Litfiba si ritroveranno nuovamente sullo stesso palco per riproporre in modo spettacolare e convincente la storica “trilogia del potere”.

Gianni Maroccolo, che nel 1989 lascia i Litfiba che continuano la storia grazie a Ghigo Renzulli e Piero Pelù, incontra Giovanni Lindo Ferretti e Massimo Zamboni con cui nasce, nel 1993, il Consorzio Suonatori Indipendenti (C.S.I.): all’esordio dell’album di Ko’ de mondo, segue In quiete (1994), Linea gotica (1996), Tabula Rasa Elettrificata (1997) e La terra, la guerra, una questione privata (1998). Nel 2000 i CSI si sciolgono ma Maroccolo continua a suonare insieme a Ferretti nei Per Grazia Ricevuta (P.G.R.). Sempre nel 2000 Maroccolo collabora a Ne buoni né cattivi, primo album solista di Piero Pelù mentre nel 2004 diventa il bassista dei Marlene Kuntz. Sempre nel 2004 esce il suo primo disco solita, A.c.a.u. La nostra meraviglia. Nel febbraio 2012 annuncia di “ritirarsi dal palco” mentre l’uno giugno 2012 ritorna a suonare con i Litfiba, dopo 22 anni, in ricordo del batterista Ringo De Palma. Nell’agosto 2012 Gianni Maroccolo è ospite della prima edizione di Yeahjasi! Brindisi Pop Fest insieme a Claudio Rocchi, ed è proprio da qui che con lui che avvia il progetto VDB23/Nulla è andato perso.

SABATO 3 AGOSTO - MANUEL AGNELLI, TOMMASO CERASUOLO

E GIGI GIANCURSI

 

Saranno il leader degli AfterhoursManuel Agnelli, insieme a Tommaso Cerasuolo e Gigi Giancursi, voce e chitarra dei Perturbazione, gli ospiti della seconda giornata.

 

Leader e membro fondatore degli Aftherhours, Manuel Agnelli inizia nel 1986 quando dà vita agli Afterhours con cui nel 1987 pubblica il 45 giri My bit boy, a cui seguirà il primo album All the Good Children Go to Hell. Con gli Afterhours, Manuel Agnelli pubblicherà nel 1990 During Christine's Sleep, nel 1993 Pop Kills Your Soul, nel 1995 Germi, nel 1997 Hai paura del buio?, nel 1999 Non è per sempre, nel 2002 Quello che non c'è, nel 2005 Ballate per piccole iene, nel 2008 I milanesi ammazzano il sabato e nel 2012 Padania. Da segnalare anche la pubblicazione, avvenuta nel 2009, della compilation Afterhours presentano: Il paese è reale (19 artisti per un paese migliore?), che racchiude 19 tracce di altrettanti artisti della scena indipendente e alternativa italiana (e tra questi 19 artisti troviamo anche Amerigo Verardi insieme a Marco Ancona, con il brano Mano nella mano). Sempre nel 2009, gli Afterhours sono invitati a partecipare alla 59° edizione del Festival di Sanremo dove ricevono il Premio della Critica Mia Martini per il brano Il paese è reale. L’ultimo album pubblicato invece, Padania, viene insignito con la prestigiosa Targa Tenco come album dell’anno 2012 mentre gli Afterhours vengono insigniti anche del premio P.I.M.I. (Premio italiano della musica indipendente) come miglior gruppo. Fra gli ultimi riconoscimenti, nel febbraio 2013 l’album Hai paura del buio (Mescal, 1997) vince tra i giornalisti come il miglior disco indipendente degli ultimi 20 anni (referendum indetto dal Mei in collaborazione con il Mucchio). Nel 2001 e nel 2009 riceve inoltre il premio italiano per la musica indipendente, mentre il Tora! Tora! Festival - che vede Agnelli nelle vesti di organizzatore - nel 2001 è premiato al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza come evento live dell’anno.

 

I Perturbazione sono uno dei principali gruppi rock italiani dei nostri anni. Nati a Rivoli, alle porte di Torino, hanno segnato la musica nazionale grazie a una manciata di album fra i più significativi dell’ultimo decennio. Dopo gli esordi nel ‘98 (Waiting to Happen e 36) sono passati alla lingua italiana con l’album della svolta: In circolo, uno dei dischi più rilevanti della contemporaneità nazionale, considerato da Rolling Stone tra i 100 più belli di sempre della musica italiana. Canzoni allo specchio e Pianissimo fortissimo completano una sorta di trilogia della “formazione” e contribuiscono ad affermare il nome della band. Nel 2010 arriva Del nostro tempo rubato, l’album linguisticamente più maturo del sestetto. Titolari di una forte identità legata all’incrocio tra strumentazione rock (basso, chitarre elettriche e batteria) e classica (violoncello, pianoforte), nonché di progetti paralleli (Concerto per disegnatore e orchestra, Le città viste dal basso, ecc.) i Perturbazione incarnano ormai più una factory creativa che una semplice band. Recentemente sono rientrati in Mescal, che nell’aprile 2013 ha pubblicato il sesto disco del gruppo, prodotto da Max Casacci (Subsonica) e intitolato Musica X; la band, che sa shakerare la canzone d’autore al pop strizzando l’occhio al rock e all’elettronica, ha registrato X nuovi brani, con specialissimi ospiti (I Cani, Erica Mou e Luca Carboni) e fresche suggestioni per un’esperienza che stupirà anche i più affezionati seguaci; una metamorfosi che racchiude una ripartenza che non contempla il dover rinnegare quanto fatto fino a oggi.

 

Per maggiori informazioni:

 

Web site: www.yeahjasi.it Mail: info@yeahjasi.it

Facebook: YEAHJASI – Brindisi Pop Fest Twitter: yeahjasi

Tel: 393 0245049 / 348 6502031 / 345 7005858

BIRDY SHOP di Brindisi (via Prov.le per San Vito n. 26)