CONDIVIDI

mar

13

ago

2013

Recensione MICHAEL MONROE - "Horns And Halos"

MICHAEL MONROE

Horns And Halos

Spinefarm Records/Universal

Release Date : 23 Agosto 2013

 

Ritorna finalmente sul mercato uno degli artisti che nel corso degli anni ha influenzato maggiormente la scena sleaze/rock 'n' roll: MICHAEL MONROEGià con gli Hanoi Rocks durante gli anni 80 il suo modo di intendere la musica e l'immediata riconoscibilità del suo stile lo avevano piazzato sulle maggiori testate dell'epoca. Quello che stupisce ancora nelle uscite del platinato singer finlandese è l'immensa carica che riesce a trasmettere attraverso composizioni semplici, dirette ma soprattutto adrenaliniche.

 

Questo “Horns And Halos” (suo settimo album solista) è il degno successore di “Sensory Overdrive” (uscito nel 2011). Se il precedente lavoro aveva convinto la maggior parte della critica internazionale e del pubblico, questo nuovo platter non ci metterà molto a far breccia nei cuori di entrambi. “Horns And Halos” cavalca le sonorità tracciate dal precedente disco donandoci ancora una volta 11 incredibili songs. Impossibile rimanere indifferenti alle sferzate di energia che scaturiscono da canzoni come l’opener “TNT Diet”, “Ballad Of The Lower Side” e dalla splendida “Saturday Night Special”. Echi di Hanoi Rocks vengono perfettamente amalgamati con la dirompente carica punk dei Demolition 23, uniti ad un gusto per la melodia che ha ben pochi rivali al mondo. Poco importa se l’unica canzone che assomiglia ad una ballad sia l’intensa “Stained Glass Heart”, perché la Title Track e la punkeggiante “Soul Surrender” vi metteranno sicuramente knock out grazie a riff assassini e a ritornelli dannatamente catchy.

 

Perle di questo lavoro sono sicuramente “Child Of The Revolution”, che sembra uscire direttamente da un album capolavoro come “Oriental Beat”, la Billy Idol oriented “Ritual” e la conclusiva “Hands Are Tied”, con tanto di assolo di sax al seguito. Michael Monroe coadiuvato dai soliti Dregen, Steve Conte e il fido Sam Yaffa sforna un’opera decisamente al passo con i tempi che sicuramente farà la felicità di tutti i suoi fans, in quanto possiede una freschezza e una dinamicità frutto di una immensa vena artistica.

 

Aspettando il tour di supporto a “Horns And Halos” non possiamo che riascoltarlo fino allo sfinimento. Michael Monroe è tornato più in forma che mai!

 

 

Recensione di Fabrizio Tasso

 

 

Tracklist: 

1. TNT Diet

2. Ballad Of The Lower East Side

3. Eighteen Angels

4. Saturday Night Special

5. Stained Glass Heart

6. Horns And Halos

7. Child Of The Revolution

8. Soul Surrender

9. Half The Way

10. Ritual

11. Hands Are Tied

 

Line Up:

Michael Monroe – Voce/Sax

Karl “Rockfist” Rosqvist – Batteria

Dregen – Chitarra

Steve Conte – Chitarra

Sami Yaffa – Basso

 

Link:

www.michaelmonroe.com

www.facebook.com/michaelmonroeofficial

witter.com/michaelmonroe