CONDIVIDI

lun

23

set

2013

Recensione CONEY HATCH - "Four"

CONEY HATCH

Four

Frontiers Records

data pubblicazione: 27 settembre 2013

 

 

I Coney Hatch sono una band canadese che nei primi anni ottanta, diede alla luce tre album di discreto successo vista la quantità di singoli pubblicati. Il genere che ci propongono è un hard rock con qualche venatura melodica. La loro attività è stata interrotta bruscamente da un incidente autostradale accaduto al cantante Carl Dixon, ma successivamente si sono riformati ed oggi tornano a dare alle stampe un nuovo album di inediti "Four", come ben si evince anche dal titolo, il quarto della loro carriera.

 

 

I brani contenuti nel cd hanno più o meno tutti una grande energia e già dal primo ascolto risultano semplici da cantare o da seguire nella loro linea melodica, ne sono un esempio canzoni come “Down & Dirty”, “Connected” o “Blown Away” posta in apertura.

Anche i brani che rallentano un attimo, come “Boys Club” alla fine sono efficaci e raggiungono il risultato prefissato, segno che, anche se sono state poche le uscite discografiche, i Coney Hatch ci sanno fare. Peccato i richiami un po' troppo evidenti, ai Led Zeppelin su “We Want More” oppure agli AC/DC in “Marceille” giusto per fare due esempi. E' molto piacevole l'uso di più voci, che mi ha riportato alla mente i Damn Yankees e che facilità l'ascoltabilità dei brani.

 

Forse nessuno si ricorderà dei Coney Hatch se non per una breve apparizione di James LaBrie tra le proprie fila, ma tutto sommato la musica composta non è male.

 

 

Recensione di Andrea Lami

 

Tracklist:

Blown Away

Boys Club

Down & Dirty

Do It Again

Connected

Revive

We Want More

Devil U Know

Marseille

Keep Drivin

Holdin On

 

Line up:

Carl Dixon (lead vocal, guitar)

Andy Curran (vocals, bass)

Steve Shelski (lead guitar)

Dave Ketchum (drums)

 

Link:

www.coneyhatch.com