SEGUICI NEI NOSTRI CANALI



CONDIVIDI

Sito segnalato da Freeonline.it - La guida alle risorse gratuite

mer

09

ott

2013

Recensione SAID - "The Real Supermetal Album Of The Year"

SAID

The Real Supermetal Album Of The Year

Progetti e Dintorni

Release date: 8 ottobre 2013 ( versione digitale) 

 

 

Quinto sigillo in note per la band Made in Italy griffata SAIDche si presenta più accesa che mai con un album carico di vita, adrenalina e tanta energia racchiuse nel titolo “The Real Supermetal Album Of The Year”.

 

Il quartetto modenese è fonte di grande professionalità poiché dal 2002 (nonché anno di nascita dello stesso), ha saputo ben destreggiarsi attraverso i più svariati generi: dal metal al flamenco, dal funk al reggae e dall'elettronica al punk, ottimamente accompagnati dalla voce eclettica di Ricky e dalla brillantezza tecnica di Biba, Gill e Matte.

 

Il risultato di tutto ciò è un disco che suona una personalissima e pregevole miscela meglio definita come supermetal crunch-core, mix sorprendente a favore di quattordici tracce capitanate da un curioso intro: un minuto e poco più di atmosfera circense seguìta dal variopinto reggae-pop di “Pedalino a Relé”. Tanto di cappello per il singolo-video "College”, dove a una strofa di ariosa melodia risponde un refrain dalla grinta frizzante e contagiosa, senza dimenticare la già sottolineata eccellente tecnica strumentale. Uno speciale folk dal clima vintage descrive a pieno l'atmosfera retrò di “Mr. Cash”, mentre l'avventurosa “Giuseppe” viene raccontata in tre capitoli: dal punk-rock del primo si passa al ritmo più blando del successivo (pur mantenendo il tocco adrenalinico), arrivando al terzo e conclusivo atto attraverso dieci minuti di teatrale fantasia tutta da scoprire. Intrigante arpeggio a sei corde per lo stile spagnolo di “Decatune” seguìto dall'elettro sound della strumentale “Philter's Wood”; non da meno l'interessante e lodevole “Sushi”: un'avvincente prima parte a tutta rock lascia poi spazio a un più che indovinato finale a raggi reggae bissati questi ultimi, a dispetto del titolo, nella solare “Desperation Song”.

 

Momento targato ballad rappresentato da ben due chicche: la coinvolgente “Alzati Dalla Polvere” e la pirotecnica quanto geniale “Come Quando Eri Qui”. Si torna al flamenco style grazie all'accattivante “Morte Della Meritocrazia”, resa ancora più tale da un refrain dipinto dal sempre più prezioso, immancabile e gradito punk-rock a suggellare ulteriormente un lavoro davvero ad hoc.

 

Per l'encomiabile band modenese, che nel proprio ricco curriculum può vantare negli ultimi anni oltre 200 esibizioni live, esibizioni altresì guest (assieme tra i tanti a Vanilla Sky, Gem Boy, Antillectual e To Kill) e la vittoria al concorso dell'Heineken suonando sul main stage, “The Real Supermetal Album Of The Year” rappresenta il giusto premio a tanta ammirevole, energica e contagiosa vitalità.

 

In conclusione è quanto meno doveroso sottolineare che il disco è stato prodotto da Lele Barlera per Progetti e Dintorni.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

Tracklist: 

1.Intro

2.Pedalino a Relé

3.College

4.Mr. Cash

5.Giuseppe - Chapt. 1

6.Decatune

7.Philter's Wood

8.Alzati Dalla Polvere

9.Sushi

10.Come Quando Eri Qui

11.Giuseppe - Chapt. 2

12.Morte Della Meritocrazia

13.Desperation Song

14.Giuseppe - Chapt. 3

 

Line-up:

Ricky - Chitarra e voce

Biba - Chitarra

Gill - Basso

Matte - Batteria

 

Link:

www.reverbnation.com/saidrock

www.facebook.com/saidcrunchcore