CONDIVIDI

dom

20

ott

2013

Live Report CJ RAMONE with David Hidalgo & Jonny Wickersham + Senzabenza + Grenades @ Traffic, Roma – 18 ottobre 2013

Report e foto a cura di Amelia Tomasicchio 

“Questa è una canzone che ho scritto per mio figlio. La grande differenza è che prima scrivevo canzoni sulle belle donne, mentre ora scrivo della mia famiglia: i tempi sono cambiati!”. E’ con queste ironiche parole che CJ RAMONE, ex bassista dei Ramones, introduce “You’re the only one” durante il concerto che si è tenuto lo scorso 18 ottobre al Traffic di Roma. La scaletta, infatti, non ha visto soltanto il lieto susseguirsi delle hit della punk band anni ’70, ma anche brani tratti da “Reconquista”, album solista di Cj, cui è intitolato questo tour che lo sta portando in giro per il mondo ormai da un paio di mesi.

 

 

 

Ad aprire la serata all’insegna del punk, due band locali: i Grenades ed i Senzabenza. Mentre i primi si rifanno allo stile dei Green Day, almeno nelle intenzioni (e nel logo), i secondi - solo per ordine di apparizione sul palco - riescono a coinvolgere i presenti con un sound più vecchio stampo, riscaldando l’atmosfera del locale.

 

 

E’ scoccata la mezzanotte, Cenerentola non ha perso la scarpetta e la carrozza non si è trasformata in zucca, ma salgono sul palco i tecnici del suono e viene montata la batteria per il grande evento: il concerto di Cj Ramone con due musicisti d’eccezione quali David Hidalgo Jr. e Jonny “Two bags” Wickersham dei Social Distortion. All’una basta la prima nota di “Blitzkrieg Bop” a far scatenare il pubblico, che – probabilmente carico di alcool - inizia subito a cantare a squarciagola e a pogare, creando qualche difficoltà alla security quasi inesistente. Fortunatamente nessuna pausa e si prosegue con “Judy is a Punk” e “Psycho Therapy”, due grandi classici targati rispettivamente 1976 (“Ramones”) e 1983 (“Subterranean Jungle”). Nonostante qualche problema tecnico per Wickersham, che gestisce tutto con grande maestria, senza interrompere l’esecuzione, il concerto prosegue con “What we gonna do now?”e “Ghost Ring”, introducendo “Reconquista” al pubblico romano: questa, infatti, è la prima volta che Cj presenta il suo album solista alla Capitale e il risultato non ha certo deluso le aspettative.

 

Nonostante questo la presenza scenica della band non è delle migliori: Hidalgo e Wickersham non hanno alcuna interazione con i fan presenti, rimanendo fermi dietro i loro strumenti, e Cj, a parte qualche breve commento, non dimostra grande pathos. I momenti più intensi e divertenti arrivano con le ballad, quando il nostro marine del punk prende la parola e dice: “ora voglio tutte le coppie qui sotto il palco: ragazzi e ragazze, ragazzi e ragazzi, ragazze e ragazze. Questa è “I wanna be your boyfriend!”. La bravura tecnica della band è innegabile, ma rimane debole l’empatia, ripresa solo brevemente su canzoni come “I wanna be sedated” e “R.A.M.O.N.E.S”.

 

Probabilmente, infatti, il complessivo successo della serata è stato garantito dal repertorio suonato - difficile non farsi coinvolgere da brani epocali come quelli dei Ramones – e dalla bravura tecnica dei musicisti, ma non dalla pura emozione di un concerto dal vivo. Non resta altro che aspettare il prossimo disco ed il relativo tour, augurandosi che sia nuova anche l’attitudine.

 

 

Setlist Cj Ramone with David Hildago & Jonny Wickerman:

Blitzkrieg Bop

Judy is a Punk

Psycho Therapy

What we gonna do now?

Beat on the Brat

Ghost Ring

Teenage Lobotomy

Strenght to Endure

You’re the only one

She’s the one

Do you wanna dance?

Endless Vacation

I wanna be your boyfriend

Glad to see you go

Aloha de

California sun

Commando

3 angels

Rockaway Beach

Cretin Hop

Pinhead

Here Today Gone Tomorrow

I wanna be Sedated

R.A.M.O.N.E.S.