CONDIVIDI

lun

16

dic

2013

Recensione OVERTURES - "Entering The Maze"

OVERTURES

Entering The Maze

Sleazy Rider Records

data pubblicazione: 31 maggio 2013

 

 

L'occasione di scoprire questa nuova e talentuosa band ci viene offerta nel corso del Brazitalian Metal Tour dei nostrani Secret Sphere che -unitamente ai brasiliani Almah di Edu Falaschi (ex Angra) ed ai Sinheresy- ha girato per l'Europa pochi mesi fa. La musica proposta dalla band friulana OVERTURES, è un power-metal che ogni tanto, merito di qualche improvvisa accelerata, cade nell'heavy metal più classico oppure, complice qualche cambio di tempo, nel prog metal un po' più complicato. Bastano pochi ascolti per apprezzare le capacità vocali di Michele Guaitoli che, confrontato anche con i lavori precedenti, pare maturato al punto giusto. “The Maze” posta in apertura è un brano diretto e capace di distogliervi da quello che stavate facendo catturando in pieno la vostra attenzione.

 

“Under The Northern Star” colpisce per il lavoro delle chitarre, monolitiche mentre “Of Nightmares” alterna un cantato non esasperato a ritmiche sostenute. “Savior” è decisamente il brano migliore dell'intero album, appare quindi azzeccata la scelta dello stesso come videoclip promozionale. Il ruolo del lento di turno è stato affidato a “In The Middle Of The Nowhere”, canzone che grazie all'assolo di chitarra non scontato riesce a rimanere impressa. Un album che non ha la presunzione di voler inventare un genere, ma il piacere di rivisitare quello che un po' di anni fa era un genere molto più vivo rispetto al momento attuale, canzoni che scivolano via come uno slittino sulla neve. Album destinato a tutti i powermetaller amanti di quel tipo di sonorità.

 

Nota di merito per il dvd allegato, contenente i videoclip “Savior” e “Fly Angel” realmente ben fatti e curati in ogni particolare. “The Maze”, “A Different Point Of View”, “My Name Is Fear”, “Deamons” e “Under The Northern Star” sono gli altri video girati in sala prove che mostrano la band in azione, sicuramente meno d'impatto dei precedenti. Interessante e divertente il “making of Savior”, carina la cover dei Running Wild “Pirate Song” presente come traccia audio. Chiude il dvd “Deamons” ripreso questa volta da un punto di vista differente e cioè dalla testa del batterista Andrea Cum, riprese che fanno venire un po' di mal di mare.

 

 

Alla luce di tutto il materiale contenuto in questa ultima fatica degli Overtures, non rimane che suggerire l'acquisto del suddetto consigliando di cercare la versione con l'errore di stampa nel retro di copertina, non sia mai che tra qualche anno diventi un pezzo da collezione.

 

 

Recensione di Andrea Lami

 

Tracklist:

1. The Maze

2. Under The Northern Star

3. Of Nightmares

4. Savior

5. Empty Trails

6. Consequences

7. In The Middle Of Nowhere

8. Programmed To Serve

9. A Different Point Of View

10. The Oracle

 

Line up:

Michele Guaitoli – vocals

Marco Falanga – guitars

Adriano “Cocha” crasnich – guitars

Luka Klanjscek – Bass guitar

Andrea Cum – drums

 

Link:

www.overtures.it