CONDIVIDI

mer

29

gen

2014

NINE INCH NAILS: la polemica tra produttori dei Grammy e Trent Reznor

Durante la cerimonia dei Grammy 2014 si sono succeduti sul palco numerosi artisti di fama internazionale, tra cui Trent Reznor dei Nine Inch Nails, che ha suonato in chiusura di serata insieme ai Queens Of The Stone Age, Dave Grohl dei Foo Fighters e Lindsey Buckingham dei Fleetwood Mac.

 

Ma l'esibizione, incentrata sui singoli "Copy Of A" e "My God Is The Sun" è stata tagliata sul finale dalla voce dello speaker della CBS e dal lancio della pubblicità.

Questo ha scatenato l'ira di Reznor, che ha scritto su Twitter: "La notte più grande della musica... non è stata rispettata. Un sentito vaffan***o, ragazzi".

 

 

In seguito il produttore dei Grammy Ehrlich, in in'intervista al sito Hollywood Reporter, si è scusato, dicendo: "Ero davvero emozionato quando ho saputo che avremmo avuto Reznor ai Grammy. L'idea della jam alla fine della serata era iniziata qualche anno fa con gli Arcade Fire, ed è proseguita con LL Cool J l'anno scorso. Volevamo finire con un livello superiore. Avevo detto a Reznor che ci saremmo presi tutto il tempo possibile. La performance doveva durare cinque-sei minuti e siamo arrivati a meno di un minuto e venti della fine. Ci siamo arrivati più vicini di quanto fosse possibile".