CONDIVIDI

dom

16

feb

2014

LiveReport IRON SAVIOR + Airborn + Energy Of The Elements + Soul Mask @ Audiodrome, Moncalieri (TO) - 14 Febbraio 2014

Report e foto a cura di Fabrizio Tasso

San Valentino a base di un possente heavy metal, una cosa che ogni vero metallaro desidera in fondo al suo cuore di metallo. Ed è quello che la GLZ Eventi ha regalato al pubblico accorso per godersi la seconda data italiana di un gruppo storico come gli

IRON SAVIOR. Il gruppo di Piet Sielk (nato nel 1997 come side project, avvalendosi del talento di un certo Kai Hansen) torna in Italia a distanza di 10 anni e lo fa per promuovere il prossimo disco in studio (“Rise Of The Hero”) che uscirà a fine mese. Ad accompagnare il combo tedesco troviamo 3 bands italiane, tutte provenienti dalla zona di Torino.

 

Ad aprire le danze sono i Soul Mask con il loro power metal sinfonico. Rispetto al loro cd di debutto del 2004 la formazione è stata completamente rivoluzionata, ma fortunatamente le capacità tecniche sono sempre di altissimo livello. I brani proposti sono estratti dal loro demo “Shadows” e dall'ep di prossima uscita. Ottima la prova di Ruben Crusara dietro il micofono e di tutta la band, che riesce a passare da parti atmosferiche a sfuriate power con un'ottima fluidità. Chiude il loro set la title track del loro demo, mentre Ruben ne regala copie a profusione. Massima stima e ottima band.

 

Si prosegue con gli Emergy Of The Elements, anche loro prossimi al debutto su cd. Power metal tiratissimo e voce su registri altissimi sono quello che ci propone il gruppo torinese. Vengono eseguiti pezzi sia dal nuovo album che dal loro demo “Heavenly Force”. Ci rimane particolarmente impressa “Abyss” (se non abbiamo capito male), giocata sull'alternanza della doppia voce e la conclusiva “The Rise Of The Sun”. Gruppo da tenere in debita considerazione, promossi!

 

Terzo guppo in scaletta gli Airborn. Attivi fin da 1995 giungono al debutto solo nel 2002 (“Against The World”) e anche loro sono qui per promuovere lo loro nuova fatica, “Dark Future Rising”, in uscita il 28 Febbraio. Inizio sflogorante con “The Hero” dal loro primo cd, vengono poi in successione brani tratti dalla loro discografia e dal loro ultimo album. Ottimi i nuovi brani che si fanno notare grazie a ritornelli azzeccati ed energia a palate. Colpisce la nuova “King Of Fear”, piccola gemma di puro heavy metal e la finale “Return To The Sky”, che esalta il pubblico dell'Audiodrome. Prova di gran cuore e passione, bravissimi.

 

IRON SAVIOR

Pochi attimi e il momento che aspettavamo si materializza sotto i nostri occhi. Piet Sielk (voce e chitarra) accompagnato da Joachim “Piesel” Küstner (chitarra), Jan-Sören Eckert (basso) e Thomas Nack (batteria) prendono possesso del palco e con “Last Hero” (dal loro ultimo cd) cominciano a martellarci con il loro heavy/power terremotante. La scaletta è ben bilanciata, proponendo sia pezzi dell'albun nuovo (“Burning Heart” su tutte) sia pezzi della loro lunghissima discografia (con la sola eccezione di “Megatropolis”, dal quale non vengono eseguite canzoni). Le varie “Starlight”, “The Savior”, “I've Been To Hell” e “Coming Home” ci investono come meteore a contatto con l'atmosfera, creando esplosioni di inimmaginabile potenza. Ma l'astronave Iron Savior non si arresta, completando la sua opera di distruzione con letali versioni di “R.U. Ready” e dell'inno “Heavy Metal Never Dies”. La deflagrazione si completa con il binomio “Iron Savior/Watcher In The Sky” e “Atlantis Falling” (dal loro primo cd), mettendo a dura prova il cuore dei presenti. A chiudere la cover di “Breaking The Law”, che scatena anche focolai di pogo intenso. Grande concerto di una grandissima band. Nessuna virgola fuori posto, tutto è filato alla perfezione grazie anche all'ottima organizzazione. Non ci resta che ringraziare il personale dell'Audiodrome, la GLZ Eventi per aver promosso questa splendida serata, le band di supporto e gli Iron Savior, grandi professionisti e persone davvero simpatiche, che alla fine si sono concessi a tutti per gli autografi e le foto di rito. Grazie Iron Savior: con voi l'heavy metal non morirà mai!

 

 

 

Set List:

1. Last Hero

2. Starlight

3. The Savior

4. Revenge Of The Bride

5. Break The Curse

6. Burning Heart

7. Mind Over Matter

8. Hall Of The Hero

9. R.U. Ready

10. Condition Red

11. I've Been To Hell

12. Heavy Metal Never Dies

13. Coming Home

14. Iron Savior / Watcher In The Sky

15. Atlantis Falling

16. Breaking The Law (Judas Priest)

Airborn

Energy Of The Elements

Soul Mask