CONDIVIDI

gio

20

feb

2014

Recensione FREEDOM CALL - Beyond

FREEDOM CALL

Beyond

Steamhammer / SPV

Release date: 24 febbraio 2014

 

 

Happy metal come back! I Freedom Call pubblicano il loro ottavo album “Beyond” e tornano alle sonorità power metal dei loro esordi. La formula brano veloce e melodia gioiosa che fu lanciata dagli Helloween di Kiske continua a funzionare e la band bavarese ne è un esponente convinto.

 

I brani sono veloci e ben costruiti, dalla opener “Union of the strong” velocissima e da ascoltare tutta d’un fiato, alla title track “Beyond” fino a “Paladin” forse il brano più originale dell’album e “Colours of freedom” leggermente più melodica rispetto al resto della tracklist.

La qualità musicale è molto alta, riff di chitarra curati, parte ritmica solidissima e tastiere che completano l’opera e la prova vocale di Chris Bay è notevole come sempre. Per chi li conosce i Freedom Call sono una sicurezza in questo genere e “Beyond” è un altro tassello da aggiungere alla collezione degli album di questa band.

 

È un buon lavoro ma niente di innovativo, perfetto per gli amanti del genere. Senza infamia e senza lode.

 

Recensione a cura di Monica Manghi

 

 

Tracklist

1.Union Of The Strong

2.Knights Of Taragon

3.Heart Of A Warrior

4.Come On Home

5.Beyond

6.Among The Shadows

7.Edge Of The Ocean

8.Journey Into Wonderland

9.In The Rhythm Of Light

10.Dance Off The Devil

11.Paladin

12.Follow Your Heart

13.Colours Of Freedom

14. Beyond Eternity

 

Line up

Ilker Ersin – Bass

Chris Bay - Guitars, Vocals

Lars Rettkowitz – Guitars

Ramy Ali - Drums

 

Link

www.freedom-call.net