CONDIVIDI

sab

22

feb

2014

Live Report STRANA OFFICINA + Stato D'Assedio @ Angelo Azzurro, Genova - 21 Febbraio 2014

Report e foto a cura di Fabrizio Tasso

Data strepitosa, in quel di Genova, per ogni vero metallaro italiano. Quella che ci si è presentata è stata un'occasione ghiottissima per celebrare la ristampa dei primi 4 imperdibili lavori della Strana Officina. Infatti la storica band italiana ha deciso di intraprendere questo mini tour di 4 date suonando una scaletta particolare, che va giusto ad attingere a quelle tracks che hanno accompagnato la nostra crescita musicale durante gli anni 80. Inoltre per la nostra città è stato un avvenimento storico, dato che è la prima volta in assoluto che il combo di Daniele “Bud” Ancilotti e compagni ha infiammato i nostri palchi. Luogo dell'evento è ancora una volta l' Angelo Azzurro, locale di punta della scena genovese.

Ad accompagnare la Strana Officina troviamo gli Stato D'Assedio, band locale, dedita ad un thrash metal old style, in procinto di rilasciare il loro cd di debutto.

L'onore e l'onere di aprire questa grande serata spetta quindi al gruppo genovese che non si è fatto certo pregare, regalandoci sferzate di pura violenza. Il loro sound si avvicina al classico thrash metal di scuola teutonica (più volte ci hanno ricordato i Sodom) con tutti gli annessi e connessi. Ottima presenza, grande tecnica e potenza distruttiva sono le doti che sono emerse dal loro show. Ottime le varie “Salvation”, “The Dead Walk” e “War S.I.C.”, che ci hanno martellato senza un attimo di sosta. Devastazione finale con “A Lesson In Violence” degli Exodus, che chiude in maniera egregia il loro set. Band molto interessante.

Giusto pochi istanti e la storica heavy metal band prende possesso del palco con l'iniziale “Profumo Di Puttana”. Non ci sono dubbi, i ragazzi sono in piena forma. Bastano pochi istanti e il folto pubblico accorso è già saldamente nelle mani di Bud. Le versioni straripanti di “Vai Vai”, “ King Troll” e “The Kiss Of Death” sono pura manna per i fan, così come la grandissima enfasi con la quale Dario Cappanera tratta il suo strumento. Non da meno Rolando Cappanera dietro le pelli, che con il suo drumming selvaggio rappresenta il motore ruggente del gruppo. Più compassato, con un atteggiamento molto “British” (alla Geezer Butler, per intenderci), ma perfettamente in simbiosi con gli altri e autore di una splendida prestazione, Enzo Mascolo al basso. Da urlo poi “Guerra Triste” (dal loro demo del 1981) e la storica “Non Sei Normale”, che scatena un pogo indiavolato sotto il palco. “Metal Brigade” (cantata in italiano) chiude la prima parte dello spettacolo, prima che i bis ci tolgano ancora una volta il fiato. Da pelle d'oca “Autostrada Dei Sogni”, dedicata ai compianti Fabio e Roberto Cappanera, così come “Viaggio In Inghilterra”. Si chiude in gloria con “Officina” e il suo finale pirotecnico. Siamo certi che questa serata rimarrà impressa nei cuori e nei pensieri di chi ha partecipato.

 

L'immensa classe ed energia che la Strana Officina riesce a trasmettere è qualcosa di unico e speciale. Sono passati più di 30 anni dal loro debutto, ma la loro carica è di gran lunga lontana dall'esaurirsi. Non aspettate un secondo e andate ad un loro live, capirete di cosa stiamo parlando.

 

Ringraziamenti particolari all' Angelo Azzuro per l'ospitalità dimostrata, alla Eaglebooking Live per la loro professinalità (continuate così ragazzi!) e alla Strana Officina per la grande simpatia e disponibilità dimostrata verso tutti i loro fans. Alla prossima!!

 

 

Set List:

1. Intro

2. Profumo Di Puttana

3. Vai Vai

4. Sole, Mare, Cuore

5. King Troll

6. War Games

7. The Kiss Of Death

8. Unknown Soldier / Falling Star

9. Guerra Triste

10. Non Sei Normale

11. Luna Nera / Piccolo Uccello Bianco

12. Guitar Solo

13. Metal Brigade

bis

14. Autostrada Dei Sogni

15. Viaggio In Inghilterra

16. Officina