CONDIVIDI

mar

25

feb

2014

Recensione KLOGR - "Black Snow"

TOP ALBUM
TOP ALBUM

KLOGR

Black Snow

Zeta Factory

Release date: 11 marzo 2014

 

 

Dalla bella terra emiliana arriva l'altrettanto bella e ruggente musica dei KLOGR: band alternative rock/metal dalle innate qualità che, dopo la pubblicazione del debut album “Till You Decay” e dell'EP “Till You Turn” (bissato con la versione su chiave USB), si conferma tale col nuovo e roboante "BLACK SNOW".

 

Dodici tracce di cristallina e coinvolgente energia che si aprono con la fulminea “Zero Tolerance”, si procede con l'atmosfera cavalcante di “Refuge” (impreziosita da un notevole riff a sei corde) e l'ottimo sfondo a tinte cupe del singolo “Draw Closer”, degnamente accompagnato da un video che colpisce per l'avvincente intensità. Danze più easy con la squillante brillantezza di “Hell Of Income”, seguìta dalle note graffianti di “Life Is Real” dove la voce di Gabriele ricorda il monumentale James Hetfield; al frontman di casa nostra un sincero e sentito “tanto di cappello”.

 

Davvero speciale il tocco avvolgente della ballad “Heart Breathing”, quattro minuti di savoir-faire passionale per poi tornare al puro rock style con la successiva e possente “Failing Crowns”Con la consapevolezza di omaggiare una tracklist ricca di assi nella manica, il quintetto di Carpi getta un altro super tris con la travolgente vigorosità di “Guilty And Proud”, la tonante eleganza di “Plunder” e la trascinante “Room To Doubt”Semplicemente spettacolare “Severed Life”, basta chiudere gli occhi per catapultarsi in un viaggio di scoppiettante energia a senso unico; chiude l'album il secondo momento targato ballad dal titolo “Ambergris”: brivido profondo e toccante in tutta la sua delicata magia.

 

Potenza, creatività, sostanza e concretezza: questo è il sunto più ad hoc per descrivere “Black Snow”, perla pregiata di una band sempre più in auge nel fantastico mondo in note e dove vige, altresì e meritatamente, un motto che recita solennemente “keep calm and listen Klogr”.

 

In conclusione è doveroso sottolineare quanto segue: prossimi alle 23 tappe del Tour Europeo con i Prong, nonché leggendari pionieri del metal alternativo griffato USA, i Klogr hanno da poco terminato un gradito mini tour italiano con le quattro performance di Rho, Correggio, Cremona e Modena.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

 

Tracklist:

1.Zero Tolerance

2.Refuge

3.Draw Closer

4.Hell Of Income

5.Life Is Real

6.Heart Breathing

7.Failing Crowns

8.Guilty And Proud

9.Plunder

10.Room To Doubt

11.Severed Life

12.Ambergris

 

 

Line-up

Gabriele “Rusty” Rustichelli - Lead vocals and guitars

Eugenio - Guitars and backing vocals

Giampi - Guitars and backing vocals

Joba - Bass

Ste - Drums

 

 

Link

www.klogr.net

www.facebook.com/klogr

www.youtube.com/user/klogrmusic

www.vimeo.com/klogr