CONDIVIDI

sab

05

apr

2014

Recensione BLACK LABEL SOCIETY - Catacombs Of The Black Vatican

BLACK LABEL SOCIETY

Catacombs Of The Black Vatican

Mascot Label Group

Release date: 7 aprile 2014

 

 

Esce il 7 aprile il nuovo e attesissimo album dei Black Label Society: top band creata nel 1998 dalla mente del geniale leggendario, nonché poliedrico Zakk Wylde, visto che del quartetto statunitense ne è anche frontman, chitarrista, pianista e compositore; un leader a 360° avvalorato dalle corde vocali in esclusivo Ozzy Osbourne style.

Escludendo i live e le compilation del triennio 2011-2013, il presente “Catacombs Of The Black Vatican” segue l'inedito “Order Of The Black” pubblicato nel 2010 e non solo, battezza il nuovo chitarrista Dario Lorina che ha sostituito Nick Catanese.

 

La tracklist dell'album in questione omaggia undici tracce southern/groove metal avvolte da un velo di cupa atmosfera, come si evince dal video che accompagna l'ardente e corposo singolo “My Dying Time”; sulla scia della traccia appena menzionata ci sono anche l'opener “Fields Of Unforgiveness” e “Believe”. Assai interessante lo sfondo battagliero e tambureggiante di “Heart Of Darkness” e ”Damn The Flood”, a differenza della più cavalcante “Beyond The Down” dove spicca il ritornello ruffiano che non ti aspetti; una doverosa parentesi la meritano i soli che, taglienti come una lama ben affilata, rappresentano l'asse portante nella totale riuscita dei brani stessi.

 

Praticamente un centro dopo l'altro per il nuovo lavoro del combo di Los Angeles, che riesce a ripetersi anche nei momenti più soft completando l'album con ben cinque ballad: dal piacevole sfondo tradizionale di “Angel Of Mercy”, “Scars” e la conclusiva “Shades Of Grey” si passa al tocco più heavy di “I've Gone Away” ed “Empty Promises”, che sembrano quasi prendere vita grazie all'eccellente interpretazione forte e allo stesso tempo malinconica di mr. Zakk.

 

Ennesimo sigillo discografico figlio della scaltra e brillante classe di un personaggio davvero no limits, che sa distinguersi ogni volta col suo inconfondibile “Black Label World Wylde” style. Da sottolineare in conclusione che il video di “My Dying Bride” è stato girato da Justin Reich presso gli Antimatter studio e che in via del tutto speciale, con annessa puntualità, si sta già facendo spazio la deluxe edition del cd con due bonus: la veemente “Dark Side Of The Sun” e l'atmosferica “Nomad”.

 

Come ciliegina finale vi ricordiamo che la band sarà il supporto dei Black Sabbath nella data del 18 giugno prossimo all'Unipol Arena di Bologna, mentre il 19 si esibiranno da headliner all'Alcatraz di Milano.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

 

Tracklist

1. Fields Of Unforgiveness

2. My Dying Time

3. Believe

4. Angel Of Mercy

5. Heart Of Darkness

6. Beyond The Down

7. Scars

8. Damn The Flood

9. I've Gone Away

10. Empty Promises

11. Shades Of Grey

 

 

Line-up

Zakk Wylde - Lead vocals, guitar, keyboards and piano

Dario Lorina - Guitar

John “JD” DeServio - Bass

Chad Szeliga - Drums

 

 

Link

www.zakkwylde.com

twitter.com/zakkwyldebls

www.blacklabelsociety.com