CONDIVIDI

mar

08

apr

2014

Recensione HUMBUCKER - King of the World

HUMBUCKER

King of the World

Humbucker Records

Release date: 10 aprile 2014

 

 

Il nord Europa è come sempre una vera fabbrica di rock ‘n’ roll. Questa volta è il turno degli Humbucker, band norvegese che debuttò del 2012 con l’album R.O.C.K.S. e oggi propone il suo secondo lavoro dal titolo “King of the world”.

 

 

Siete pronti? Perché si parte subito fortissimo con “Self-made son of a B***H” opener dalla melodia catchy che dà l’idea di ciò che verrà poi. La titletrack “King of the world” e “Gone fishing” sono classici pezzi hard rock anni ’80 con un ritornello accattivante e tutto da cantare. “Dirty nelly” è la classica ballad chitarra e voce, canzone dolce e appassionata, mentre con “Harder being me” si cambia musica perché è invece una party song, fra il rock e il pop divertente e scanzonata; “Love and mercy” è irriverente e ricorda un po’ lo stile aerosmith. C’è anche spazio per una cover dei Whitesnake “Wine, Women An' Song”.

 

Gli Humbucker hanno fatto un ottimo lavoro, cori e tastiere, ritornelli e melodie azzeccate, riff di chitarra curati un rock dinamico e disimpegnato alla Aerosmith, Motley Crue, Ac/dc, Motorhead. un favoloso viaggio nell’hard rock anni ’80. Non hanno inventato niente di nuovo però, allacciate le cinture e tenetevi forte perchè it’s only rock n roll but we like it!!

 

 

Recensione a cura di Monica Manghi

 

Tracklist:

1. Self-Made Son Of B***H

2. One Size Fits All

3. King Of The World

4. Gone Fishing

5. Dirty Nelly

6. Harder Being Me

7. Lone Rider

8. Lord Have Mercy

9. Hey You!

10. I Did It All (Thanks You & Goodnight!)

11. Wine, Women An' Song (Whitesnake Cover)

12. Strongman

 

Line Up:

Jan Anders "Longbeard" Bøen - Lead vocals

Lars Stian "Too Late" Havraas - Bass

John Petter "No Thanks" Pershaug - Guitars

Geir Arne "The Cannon" Dale - Drums

Vidar "Maniac" Svanheld - Guitars 

 

Link:

www.facebook.com/pages/Humbucker

www.humbucker-rocks.com