CONDIVIDI

ven

06

giu

2014

Recensione ADD (Avvocati del Diavolo) – A Dear Diary

ADD – AVVOCATI DEL DIAVOLO

A Dear Diary

Valery Records

Release date: maggio 2014

 

 

Gli ADD (acronimo per Avvocati Del Diavolo) sono una band italiana di alternativestone metal nata nel 2007 e si compone di tre membri: Larry voce e chitarra ; Riky alla batteria e Andrei al basso, cori e tastiere. Il gruppo ha un sound bello potente con parti oscure ed altre abbastanza melodiche, con riferimenti a gruppi nuovi ed ormai classici come Q.O.T.S.A., Foo Fighters, Kyuss, Black Sabbath, Metallica, Muse e Lamb of God. “A DearDiary” è il loro secondo album che esce a distanza di quattro anni dal precedente. Un concept album, composto da 12 brani, registrato nei West Link Studio con la collaborazione di Alessandro Paolucci, e mixato e masterizzato al Damage Inc. Studio da Dario Mollo.

 

Il genere è di per sé piuttosto pesante e complesso da comprendere soprattutto se non si è granché avvezzi all’alternative, ma ha un ritmo energico e affascinante. Per capire meglio ciò che i nostri sanno fare basta ascoltare "LumberJackass", il primo singolo di cui è stato realizzato anch eun video visibile qui.

 

La bravura tecnica dei componenti unita alla presenza di qualche idea interessante fa sì che il full lenght si lasci apprezzare e tutto sommato è ben costruito, anche se a tratti un po’ ripetitivo. Gli ADD hanno il talento per poter fare qualcosa in più, devono solo trovare l’ispirazione giusta.

 

 

Recensione a cura di Monica Manghi

 

Tracklist:

01. The Good, The Bad, The Undead

02. Lumberjackass

03. Nails

04. Lullaby

05. Evil = Mass (Corporation)

06. Straightjacket

07. ThunderbordLover

08. A Definitive Excuse

09. Fireflies

10. Ver Sacrum

11. AfterDoomsday

12. A Dead Doesn’t Die

 

Line Up:

Larry – Voce / Chitarra

Riky – Batteria

Andrei – Basso / Cori / Tastiere

 

Link:

www.add.mu

www.facebook.com/addofficialpage