CONDIVIDI

lun

16

giu

2014

Recensione STEREOCUT - Stereocut # 1

STEREOCUT

Stereocut # 1

Autoproduzione

Release date: 15 maggio 2014

 

 

La musica è vita a 360 gradi e trasparente passione, nonché libertà d'espressione e istinto fortemente creativo; lodevoli virtù ribattezzate col nome ad alta frequenza STEREOCUT: indie-rock band nata a Milano nel 2010 con l'intento di scrivere la realtà delle proprie esperienze, creandovi poi un'intensa atmosfera attraverso gli strumenti e la voce corposa e graffiante del frontman Antonio. Il giovane quintetto si è dimostrato subito all'altezza pubblicando l'EP “Are You Ready” nel 2011, e maturando nel tempo numerose esperienze live che spaziano dalla città lombarda a Londra.

 

Un notevole percorso suggellato con la recente uscita del debut full-lenght “Stereocut # 1”: album intimo e riflessivo composto da tredici brani ritmici e intelligentemente irrequieti, una continua altalena emozionale che presenta tra l'altro due tracce contenute nell'EP sopra menzionato: l'energica a piccole tinte seventies “Fast Food” (in veste anche di videoclip) e “Turn On The Sun” che ricorda i sempre amati R.E.M.; sacrosanto sottolineare che oltre all'indimenticabile band di Michael Stirpe, si possono altresì vivere sonorità che a tratti richiamano i celeberrimi Kings Of Leon. Il singolo-video (visibile qui) che ha invece preceduto l'uscita del masterpiece in questione è l'opener “Wake Up”: accattivante dinamicità ad alto tasso coinvolgente.

 

Il disco è un continuo stupire grazie alla variopinta eleganza del combo milanese: dalla brillante e ariosa “City Lights” si passa alla cristallina atmosfera di “Falling Skies”, senza dimenticare la caliente vivacità di “I Can't Wait”, l'irrefrenabile “Are You Ready”, l'avvincente “Silence” e la ruffiana “Collapse” dove spicca un irresistibile refrain. Altri due momenti targarti "R.E.M. style" si possono ascoltare nel sound garbato di “New Order” e, a dispetto del titolo, nella più scanzonata “When You'll Be Gone”. Il capolinea è doverosamente riservato alle ballad “It's Winter” e “With You Tonight”: la prima è un connubio che omaggia il piano fino a metà percorso per poi sfociare, con gli strumenti al completo, in un finale coronato da un'interpretazione particolarmente sentita; la seconda è un tocco poetico interamente e piacevolmente acustico.

 

In conclusione merita sottolineare che “Stereocut # 1” è stato registrato al Wardencliff Audio Recording Lab, mentre gli ottimi artworks sono stati curati da Ilaria Cheloni Zena; indice di un lavoro al top anche “dietro le quinte” dedito a incorniciare sia un album degno di attenzione, che a rendere merito una band di grandi e belle speranze.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

 

Tracklist: 

1. Wake Up

2. City Lights

3. New Order

4. Are You Ready

5. Silence

6. When You'll Be Gone

7. It's Winter

8. Falling Skies

9. Collapse

10. Fast Food

11. I Can't Wait

12. Turn On The Sun

13. With You Tonight

 

 

Line-up:

Antonio Capra - Voce e chitarra

Paolo Russo - Chitarra

Giacomo Ferrari - Piano e tastiere

Alberto Casartelli - Basso

Riccardo Monzeglio - Batteria

 

 

Link: 

www.stereocut.it

www.facebook.com/Stereocut

www.youtube.com/Stereocut