CONDIVIDI

mer

30

lug

2014

Recensione SKID ROW - "Rise Of The Damnation Army – United World Rebellion: Chapter Two”

SKID ROW

Rise Of The Damnation Army – United World Rebellion: Chapter Two

UDR/Warner

Release Date: 4 agosto 2014

 

 

Arriva finalmente il secondo capitolo di “United World Rebellion” degli intramontabili Skid Row e sicuramente non lascerà delusi i loro fans. Se già nella prima parte eravamo rimasti colpiti dalle composizioni di Rachel Bolan e soci, questo “Rise Of The Damnation Army” non può che ribadire il buon lavoro svolto dal combo americano.

 

La prima cosa che l’ascoltatore deve fare è dimenticarsi degli Skid Row platinati dell’esordio. I tempi sono cambiati e il loro percorso musicale li ha portati a suonare un hard rock potentissimo che però ha sempre un orecchio rivolto a linee melodiche ben definite.

 

In queste cinque nuove canzoni troverete energia a palate, riff di chitarra assassini e assolo come non se ne sentivano dai tempi di “Slave To The Grind”. Su tutto si erge la voce di Johnny Solinger, dura e cattiva, che non fa rimpiangere minimamente il suo predecessore. Lasciatevi quindi trascinare dall’impeto di “Damnation Army” e “Zero Day”, dalla splendida semi-ballad “Catch Your Fall” e dalle due strepitose cover. Gli Skid Row sono tornati più duri e arrabbiati che mai.

 

 

Fabrizio Tasso

 

 

Tracklist

1. We Are The Damned

2. Give It The Gun

3. Catch Your Fall

4. Damnation Army

5. Zero Day

Bonus tracks:

6. Sheer Heart Attack (Queen Cover)

7. Rats In The Cellar (Aerosmith Cover)

 

Line Up

Johnny Solinger – Vocals

Rachel Bolan – Bass

Dave “The Snake” Sabo– Guitars

Scotti Hill – Guitars

Rob Hammersmith – Drums

 

Link:

www.skidrow.com

www.facebook.com/OfficialSkidRow?fref=ts