CONDIVIDI

mar

19

ago

2014

Recensione UNCLEDOG - Russian Roulette

UNCLEDOG
Russian Roulette

Vrec.

Release date: 29 agosto 2014




Tutti in pista con l'hard rock party degli Uncledog! Non è una frase sottolineata a caso o la classica battuta a effetto, ma il sound contagioso e accattivante col quale la band movimenta l'interessante debut full-lenght “Russian Roulette”.

Formatosi nel 2008 il quintetto padovano ha intrapreso un viaggio paziente e avventuroso se vogliamo, che li ha portati in primis alla pubblicazione dell'EP “Face On The Floor” (pubblicato nel 2011 e registrato interamente in California), e poi a un entusiasmante tour europeo tra Slovacchia, Russia, Finlandia e Spagna interrotto solo per l'incendio del furgone che la band utilizzava per gli spostamenti.


Nessuna resa per il combo Made In Italy che, perseverando nel proprio credo, ha ravvivato il percorso scrivendo i brani di quello poi divenuto il già menzionato “Russian Roulette”: dieci tracce di contagiosa vitalità come si evince dall'orientaleggiante singolo “Shiver”, opportunamente legato a un videoclip ricco di divertenti selfie e situazioni al limite del paradossale. Un curioso quanto gradito tocco anni '70 accompagna l'opener “Always Updated”, la dinamica “Follow The Sound”, la ruffiana “Peach”, l'energica “Kick The Law” e il tocco passionale della ballad “Tears In Vain”; un vero e proprio toccasana per i più nostalgici di un'epoca quanto mai spensierata.


La tracklist si arricchisce con l'eighties style della tambureggiante title track e delle altre due ballad del disco, ovvero la cupa e teatrale “Starry Cloud” e la più profonda “Brother”.

Il titolo di ciliegina spetta alla conclusiva “Dying Sun”, grazie a un inebriante giro di piano che rende la traccia stessa un atmosferico viaggio negli anni '90.


Un masterpiece da non lasciarsi sfuggire tanto per la semplicità con la quale abbraccia più epoche, quanto per festeggiare una party band tutta da scoprire. Ricordiamo infine che l'album è stato realizzato dal sound engineer Pietro Foresti (Tracii Guns, Scott Russo) e mixato da Rich Veltrop in Colorado (USA), mentre l'opera della copertina è una composizione originale della band che ha utilizzato la componentistica dei propri strumenti per realizzare la pistola della cover.



Recensione di Francesco Cacciatore



Tracklist:

Always Updated
Shiver
Follow The Sound
Starry Cloud
Russian Roulette
Brother
Peach
Tears In Vain
Kick The Law
Dying Sun



Line-up:


Nicolò “Nico” Garavello - Voce, chitarra

Mauro “Karma” Carrara - Chitarra, cori

Manuel “Fiore” Fiorasi -Tastiere, cori

Emmanuele “Lele” Salin - Basso, cori

Luca “Babbo” Mattiello - Batteria, percussioni



Link:


www.uncledogrock.com

www.facebook.com/pages/UNCLEDOG