CONDIVIDI

lun

29

set

2014

Recensione SIX DAYS OF MAY - Lymph

SIX DAYS OF MAY

Lymph

Wormholedeath Records/Aural Music

Release date: 29 settembre 2014




Il 2010 è un anno che segna l'ennesimo colpo Made In Italy grazie a una nuova band ribattezzata col nome Six Days Of May: quintetto milanese capace di rendere il modern metal un sound tradizionalmente aggressivo, e allo stesso tempo intelligentemente melodico. 

 

Il presente debut full-lenght “Lymph” è il meritato prosieguo dell'EP “Pneumatic Ego” (pubblicato nel 2010) e dei successivi singoli “Spring Break”, “Stubborn” e la cover di Christina Aguilera “Genie In A Bottle” poderosamente rivisitata.

 

 

Le dodici tracce del masterpiece trasmettono grande intensità attraverso il cantato che ben si alterna tra scream e voce pulita, gli assoli che rappresentano la roboante ciliegina, e fasi electro style che risaltano ulteriormente il sound. Il bello del frontman Giacomo e compagni è appunto quello di riuscire ad avvicendare brani ad alto tasso energico, come il singolo “Take A Look At The Ocean” (accompagnato da un video a sfondo thrilling), “The Morning You Collapsed”, Chasing Monsters”, “Bullet As A Pledge” e “Naked Lies”, ad altri dove emerge il tocco melodico quali “Walk A Failure”, “All You Can Hate” e le già menzionate “Spring Break” e “Stubborn”. L'unica traccia che si differenzia per sonorità a tinte più alternative è “Get Your Fucking Hands Off Me”, dove spiccano momenti che richiamano il metal rapper canadese Manafest.

 

 

Un lavoro di impatto assai immediato e che cattura, coinvolge e abbraccia con quel savoir-faire adrenalinico quanto accattivante. Doveroso fare menzione del bellissimo evento benefico svoltosi lo scorso 20 settembre presso il Legend Club di Milano, al quale anche i Six Days Of May hanno partecipato con grande trasporto: il “Rebel Night Benefit Concert”.

 

In conclusione ricordiamo che l'album è giù uscito in copia digitale per l'etichetta Wormholedeath Records, mentre quella fisica (tramite Aural Music) è disponibile in Europa dal 29 settembre e in Giappone da febbraio 2015.


 

Recensione di Francesco Cacciatore



Tracklist

1. Take A Look At The Ocean

2. Walk Of A Failure

3. Spring Break

4. The Morning You Collapsed

5. A.N.I.A.

6. Chasing Monsters

7. Get Your Fucking Hands Off Me

8. All You Can Hate

9. Bullet As A Pledge

10. Mechanical Cage

11. Naked Lies

12. Stubborn



Line-up

Giacomo Cherubini - Vocals

Marco Grimaldi - Guitar

Rashid Mahdavi - Guitar

Federico Zanetti - Bass

Giulio Longfils - Drums



Link

www.facebook.com/SixDaysOfMay

www.youtube.com/SixDaysOfMay