CONDIVIDI

mar

14

ott

2014

Recensione DALTON - Pit Stop

DALTON

Pit Stop

Frontiers Music srl

Release date: 17 ottobre 2014


Chi di voi si ricorda dei Dalton? Dai, siate sinceri. Noi ce li ricordiamo e fin troppo bene visto che i loro precedenti lavori non sono passati inosservati/inascoltati, anzi. Purtroppo da allora sono passati fin troppi anni, ma la loro recente esibizione al Frontiers Rock Festival ha, in qualche modo, riportato sotto i riflettori la band svedese che ritorna con un album nuovo di zecca, comprendente undici canzoni inedite che richiamano lo spirito della fine degli anni 80. 

L'hard rock melodico contenuto in questo album avrà facile presa su tutti i nostalgici di quelle sonorità, ricche di melodia, cori e gran voglia di divertirsi. I riferimenti possono essere i connazionali Treat ed Europe più melodici.


Come ovvio che sia, “Pit Stop” contiene una manciata di canzoni energiche di facile presa come “Ready Or Not”, “Up & Down”, “One Voice” alle quali basta un solo ascolto per rubare qualche spazio libero nella vostra playlist. La sezione ritmica spinge e coinvolge, i riff sono quelli giusti e la melodia è ricercata e curata. Diventa un’impresa assai complicata distrarsi da queste canzoni che sembrano magnetiche tanto che non c'è nessun cedimento dall'inizio alla fine dell'album. I Dalton non si sono dimenticati di includere nell'album un episodio più tranquillo, rappresentato dalla ballad “Follow Your Dream” alla quale invece servirà più di un passaggio per conquistarvi appieno.


“Thanks God It's Friday” è l'ultima canzone che chiude l'album. Il ritmo indiavolato ed il titolo lasciano intendere il significato/la direzione della canzone e cioè chiusura della settimana e voglia di divertimento. Una canzone che avrebbe potuto far parte di un qualsiasi album degli Ac/dc o di qualche band che gravita in quell’orbita tipo Kix anche per merito dell'interpretazione di Bo Lindmark. La ciliegina sulla torta è la produzione che viene affidata ad Erik Mårtensson (Eclipse, W.E.T.) il quale crea un'ottima amalgama in modo da non far prevalere nessuno strumento. Bentornati Dalton, ma non fate più scherzi, la vostra musica ci piace, ora che vi siete messi in pista dopo il pit stop, non fermatevi più.



Recensione di Andrea Lami


Tracklist:

1. Ready Or Not

2. Hey You

3. Don't Tell Me Lies

4. Follow Your Dreams

5. Up & Down

6. Bad Love

7. One Voice

8. Here We Are

9. Something For The Pain

10. 50/50

11. TGIF


Line up:

Bo Lindmark - lead vocals

Mats Dahlberg - drums, backing vocals

Anders Lindmark - bass, backing vocals

Leif Westfahl - lead guitar, backing vocals

Ola Lindstrom - keyboards, backing vocals


Link:

www.facebook.com/DaltonSweden