CONDIVIDI

gio

16

ott

2014

Recensione AMARANTHE - Massive Addictive

AMARANTHE

Massive Addictive

Spinefarm Records/Universal

Release date: 21 ottobre 2014



Ritorno a tinte pirotecniche per il brillante combo svedese degli AMARANTHE, che con “Massive Addictive” timbrano in grande stile il loro terzo sigillo discografico.

 

Un lavoro che bissa la coinvolgente dinamicità dell'omonimo debut full-lenght e di “The Nexus”, dove a simboleggiare il sound è sempre l'originalissimo melodic power metal miscelato a elementi EDM (electronic dance music) e dove riff cinetici, beat pulsanti, soli eleganti e cori celestiali sono suggellati dalla voce emotiva di Elize, arricchiti da quella avvolgente di Jake, e potenziati dal nuovo screamer Henrik Englund Wilhelmsson.

 

Le dodici e impeccabili tracce del disco in questione colpiscono per l'immediata semplicità con la quale entrano in testa, lasciamoci quindi travolgere dalle onde cavalcanti dell'opener “Dynamite”, della title-track, della frizzante “Unreal” e dello stellare singolo “Trinity”; un quartetto che già al primo ascolto lascia una scia a sfondo storico.

 

L'album racconta anche del ruolo avvincente di ”Digital World” e in special modo di quello targato “Danger Zone”, che spicca grazie a un refrain squisitamente accattivante. Non da meno l'altro e primo singolo “Drop Dead Cynical”, che esalta sia per il ritmo che ci riporta all'eighties style di Matt Bianco, sia per il fiammeggiante videoclip che arricchisce un brano costellato di inebriante energia. L'adrenalina si fa abilmente dirompente con “An Ordinary Abnormality” e “Skyline”: spumeggiante doppio colpo carico di fuochi d'artificio. Il sestetto di Gothenburg è specializzato a fare centro anche in ambito ballad, e l'accoppiata a tutta brividi composta da “Over And Done” e “True” (dove l'intreccio vocale Elize/Jake è un brivido senza fine) palpita a mille e una notte un batticuore intenso quanto magico.

 

A chiudere la scintillante tracklist c'è la suggestiva atmosfera della cristallina “Exhale”. Un masterpiece dal fascino roboante e catchy allo stesso tempo e che prosegue, come già accennato, la brillantezza dei due precedenti lavori con un tocco qualitativo in più: quello di continuare a esplorare con successo un ventaglio di dinamiche varie. Merita anche sottolineare che ci troviamo di fronte a una band larger-than-life che ha saputo dare alla musica una vera e propria “Massiccia Assuefazione”, meglio conosciuta come irrinunciabile e piacevole dipendenza Amaranthe.

 

Ricordiamo in conclusione che l'album è stato registrato presso gli Hansen Studios di Ribe siti in Danimarca (dove recentemente hanno inciso anche i Volbeat e gli Epica) e, dulcis in fundo, l'invitante Deluxe Edition con le versioni acustiche di “Trinity” e “True”.


 

Recensione di Francesco Cacciatore



Tracklist

1. "Dynamite"

2. "Drop Dead Cynical"

3. "Trinity"

4. "Massive Addictive"

5. "Digital World"

6. "True"

7. "Unreal"

8. "Over and Done"

9. "Danger Zone"

10. "Skyline"

11. "An Ordinary Abnormality"

12. "Exhale"

 

 

Line-up

Elize Ryd - Clean vocals

Jake E. Berg - Clean vcals

Henrik Englund Wilhelmsson - Growl vocals

Olof Morck - Guitar, Keyboards

Johan Andreassen - Bass

Morten Lowe Sorensen - Drums



Link

www.amaranthe.se

www.facebook.com/AmarantheBand