CONDIVIDI

gio

23

ott

2014

U2: “Songs of Innocence” record di vendita del 2014 nella prima settimana di uscita e già disco d’oro

È uscito “SONGS OF INNOCENCE” e in ITALIA gli U2 hanno già stabilito il record di vendita del 2014.

“SONGS OF INNOCENCE”, infatti, è il disco che ha venduto di più nella prima settimana di pubblicazione nel nostro paese quest’anno.


L’album, di cui sono state distribuite in Italia 100.000 copie, grazie a questi primi giorni di vendita ha inoltre già ottenuto la certificazione di disco d’oro.


Ma non è tutto, il successo del nuovo album ha portato anche ad altri straordinari risultati. Il best of “U2 18 Singles” è infatti rientrato nella classifica degli album più venduti in Italia alla posizione n. 20, classifica dove troviamo anche altri 3 dischi del gruppo: “The Joshua Tree” alla posizione n.31, “Achtung Baby” alla posizione n.54 e “Rattle And Hum” alla 76.


Ai risultati di classifica si aggiunge quello radiofonico: “The Miracle (of Joey Ramone)”, primo estratto dal disco, è presente ai vertici della classifica dei brani più suonati dalle radio italiane in posizione n.3.


“SONGS of INNOCENCE” è disponibile in tutti i negozi di dischi nella versione standard, deluxe e vinile e in digitale nella versione standard e deluxe.


Questa la tracklist completa: “The Miracle (of Joey Ramone)”, “Every Breaking Wave”, “California (There Is No End To Love)”, “Song For Someone”, “Iris (Hold Me Close)”, “Volcano”, “Raised By Wolves”, “Cedarwood Road”, “Sleep Like A Baby Tonight”, “This Is Where You Can Reach Me Now”, “The Troubles”.


A queste canzoni si aggiungono nella versione deluxe I brani: “Lucifer’s Hands”, “The Crystal Ballroom”, “Acoustic sessions”, “The Troubles” (Alternative version) e “Sleep Like A Baby Tonight” (Alternative Perspective Mix by Tchad Blake).


L’album, registrato a Dublino, Londra, New York e Los Angeles con i produttori Danger Mouse, Paul Epworth, Ryan Tedder, Declan Gaffney e Flood, incrocia le primissime influenze musicali della band dal rock e punk-rock anni ’70 alla prima elettronica e musica ambient anni ’80, offrendo una panoramica su come e perché è sono nati gli U2. Anche l’immagine scelta per la copertina che ritrae il batterista Larry Mullen Jr. insieme al figlio Aaron Presley riporta direttamente alle radici della band come racconta Bono: “riflette le nuove canzoni e la loro ispirazione ai primi anni degli U2 da adolescenti a Dublino”.