CONDIVIDI

mer

17

giu

2015

HEDDY METAL SOCIETY: il progetto musicale a sostegno del Rainbow Project Guatemala per i bimbi di Coban

Il progetto Heddy Metal Society nasce dalla volontà di Edoardo Meregalli, un giovane chitarrista milanese di soli 16 anni. Da diversi anni ormai e con molti stimati musicisti sostiene la onlus Rainbow Project Guatemala, suonando nei vari locali e raccogliendo fondi sia dai gestori che dai partecipanti all'evento. Al fine di diversificare la raccolta ha deciso questa volta di lasciare nelle mani degli amici sostenitori anche un importante messaggio: il cd WE ALL NEED MORE LOVE, con inserite proprio nel cuore dello stesso, le foto dei bimbi, i riferimenti della Rainbow P.G. (www.rainbowprojects.it) e quindi le foto dei musicisti oltre allo scopo: sostenere i più deboli! Ha semplicemente riepilogato la finalità in una semplice frase: un cd per la FAME e non certo per la fama.

 

 

La descrizione del progetto da parte di Heddy:

Premessa importante: tutti i costi inerenti il cd sono gia' stati sostenuti da uno sponsor. La vendita a 10 euro cad. si intende interamente devoluta alla Rainbow Onlus.La ns. necessità attuale a Coban Guatemala, si riferisce all'intervento di ristrutturazione della piccola scuola "Escolita Feliz" che da tempo versa in condizioni non certo tra le migliore ma anche all'acquisto di medicinali e cure necessarie per i più piccoli e non solo. I fondi raccolti servono dunque a garantire educazione, salute, nutrizione e DIGNITA' AI BIMBI DELLA DISCARICA DI COBAN, oltre al servizio permanente di salute attraverso la ecoclinica Rainbow Guatemala, che è stata costruita 3 anni fa e che ha come fine la cura dei bimbi della discarica, dei 400 alunni del collegio (beneficiari del progetto) e delle loro famiglie che non hanno accesso alle cure formali. Saranno pagati gli stipendi della dentista, della sua assistente dentale e dell'infermiere, saranno comprati periodicamente strumenti e medicinali al fine di garantire un servizio di salute completo ed adeguato ai bisogni spesso estremi di chi vive in condizioni assolutamente precarie.

 

Ho coinvolto nella HMS: Pino Scotto, 3 batteristi quali Marco Di Salvia, Antonio Tato Vastola e Kenny Rhino Earl ex MANOWAR (nel 2012 venne in Italia per suonare in alcune località, mi accorsi subito che avevo di fronte un personaggio di grande spessore musicale ma anche una bella persona, sincera disponibile e pronta per una possibile collaborazione in questo futuro progetto. Ricordo che il nosro batterista era ammalato e lui vedendo i nostri volti tristi disse subito... ragazzi posso suonare io la batteria con voi se vi va!? Io ero al settimo cielo... no comment. Di seguito lui stesso suonò più volte con me nei vari concerti ed anche per uno splendido tributo a Ronnie James Dio). Poi ho inserito 3 cantanti, Ambra Marie, Fabrizio Chiarelli e Kenny Rhino Earl. Ho provveduto personalmente a suoanre il basso, tutte le chitarre elettriche/acustiche/gli assoli, mentre Stefano Volta mi ha aiutato alle tastiere , effetti vari e masterizzadomi anche il cd presentato poi a Pino Scotto ed alla Valery Records di Niki Valery.

 

Per il mio cd ho scelto uno stile Heavy Metal anni 80 perchè mi ha sempre felicemente impressionato ed emozionato. Nella traccia 4 ho infatti inserito anche un tributo ai mitici DOKKEN come potrete ascoltare in Dokkennights. Nel cd ringrazio anche le gradiosi band che mi hanno nfluenzato particolarmente come i Judas Priest, gli Skid Row, Y. Malmsteen, Steve Vai ma anche J. Hendrix i Led Zeppelin, Whitesnake, Aerosmith, R.J.Dio... insomma gli Dei scesi in terra e che non smetterò mai di amare!

Questo progetto avrà anche un sua vita dal vivo e permetterà di raccogliere ulteriori fondi ma anche di portare costantemente il messaggio ovunque. I 1000 cd venduti in circa 2 mesi sono già presenti attualmente negli USA, in Giappone, Finlandia, Germania, Portogallo, Svizzera.. le donazioni attuali hanno già superato i dieci mila euro. ( Le donazioni complessive destinate anche ad altri progetti a settantamila euro circa)

Di fatto la Society non è stata assemblata solo per l’occasione del cd ma avrà anche un seguito producendo altri album sempre con la stessa finalità. Sto già lavorando per il prossimo cd, mi piacerebbe ovviamente avere ancora con me questi amici professionisti e che hanno condiviso i nostri ideali. Vi comunico comunque che ho già contattato altri musicisti di spicco e ci saranno sorprese piacevoli!

 

Rock & charity possono convivere tra di loro e creare/donare tanto! Io invito tutte le giovani metal band italiane e non solo a creare nelle proprie città eventi simili al nostro ed a visitare ancor prima il sito www.rainbowprojects.it seguìto dalla Dr.ssa Caterina Vetro, alla quale potrete appunto chiedere info in merito. Vale sempre la stessa regola: se siamo in tanti è molto più semplice, si ottengono risultati di gran lunga superiori ed anche per piccole singole raccolte fondi. Inoltre pubblichiamo sempre quanto abbiamo raccolto e quindi donato tramite bonifio bancario e nella massima trasparenza. Dal 2010, anno della nascita dei Violett Demon ( la mia prima band), della Mini Metal Band (nella quale suona mio fratello), i progetti Rainbow Belize, Cambodia, Guatemala e non solo hanno visto molti artisti rock partecipare ad eventi di solidarietà finalizzati a raccogliere fondi. E' sempre stato un successo sia a livello musicale che umano e la solidarietà degli stessi artisti e di tutti coloro che hanno partecipato ha permesso negli anni di realizzare tanti sogni di solidarietà: case per orfani, educazione musicale, educazione primaria, salute, progetti di microcredito. E' deleterio pensare che non si possano cambiare "piccoli" micromondi e che questi progetti nel tempo hanno dimostrato invece che siamo riusciti a raggiungere risultati davvero significativi nei paesi in via di sviluppo!!!

 

I testi, di questo cd sono tutti strettamente pensati proprio per questo fine: DAMNED BASTARD- contro tutti i bastardi che abusano dei bimbi ed applicano tutti generi di sfruttamento dei minori. LIAR-contro le false persone che promettono impossibili ruoli televisivi, cinematografici.. ma con il solo e mero obbiettivo di scop... le ragazzine e distruggere le loro aspettative.

 

WE ALL NEED MORE LOVE- tratta tematiche importanti come le guerre, le mafie, la corruzione, la violenza disumana e sempre piu' attuale, il rispetto l'altruismo ormai così lontani dai ns. cuori, dalle ns. culture e quindi racconta di questo ragazzino sensibile che soffrendo chiede alla propria mamma perché tutto ciò'!!?? E lei purtroppo non ha risposte si sente vuota, ignorante, stupida dato che non ha neppure una singola e valida risposta per poter giustificare tutto questo odio, le disuguaglianze, le sofferenze, la denutrizione nel mondo....

 

AFTERWORLD ( ben 7 min e 15 sec di brano con Rhino) si riallaccia anch'esso a questi argomenti, narrando però dell'unico uomo che è ritornato dall'aldilà e che ha visto tutto, sa ormai tutto e nemmeno lui si capacita piu' , pensando a come stiamo vivendo da millenni su questo pianeta, posto il confronto con ciò che ha appunto visto /vissuto ora e che invece riporta di gioie, amore, serenità intelligenza...praticamente un modo normale di quello che dovrebbe esser le nostre esistenza!

 

Con LIVIN' IN A DREAM e DOKKENNIGHTS abbiamo invece calmierato i toni parlando proprio dei sogni dei giovani musicisti, di come erano e vivevano un tempo le grandi rock stars e quindi di questo ragazzo che (purtroppo) sta solo sognando di esser a bordo di un jet privato, in una lussuosa villa con tremila foto modelle (sempre disponibili... ) di calcare ogni sera i più prestigiosi palchi di tutto il mondo e davanti alla sua personale Woodstock... but it's only a dream e quindi al suo risveglio.

 

Per concludere ringrazio di cuore tutti gli amici sostenitori che hanno acquistato i 1000 cd in pochissimo, tutti i volontari presenti a Coban con i bimbi della discarica, i nostri amici musicisti e tutti coloro che prenderanno in considerazione la possibilità di aiutare i meno fortunati! Metal & Respect Forever Rockers!  

 

 

Per ulteriori informazione:

www.heddymetalsociety.com

www.facebook.com/pages/Heddy-Metal-Society