CONDIVIDI

mer

26

ago

2015

DAN BAIRD & HOMEMADE SIN (ex Georgia Satellites): per la prima volta in Italia per  un'unica data ad ottobre  

Un evento straordinario in esclusiva per il Club Il Giardino a Lugagnano di Sona (VR): martedi 20 ottobre sarà per la prima volta in Italia un mito del Southern Rock, Dan Baird and Homemade Sin (ex Georgia Satellites)


DAN BAIRD & HOMEMADE SIN 

I Georgia Satellites sono stati una delle band più sanguigne degli anni '80, distinguendosi dagli altri gruppi dell'epoca per il loro approccio diretto e senza fronzoli, che andava a recuperare il tipico sound del Southern Rock. 

La storia inizia nei primi anni '80 per iniziativa di Dain Baird, voce roca e chitarra macina riff, al quale presto si uniscono il bassista Keith Christopher, il batterista Mauro Magellan e il chitarrista Rick Richards.

L'EP di debutto, Keep The Faith ('85), con le prime registrazioni dei Satellites, esce per una etichetta indipendente del Regno Unito e viene accolto entusiasticamente della stampa musicale britannica. 

L'eco giunge così all'industria musicale degli States, che fino ad allora era rimasta indifferente. 

Finalmente nell'86 esce l'omonimo LP di debutto per l'Elektra ed è un grande successo: trainato dai singoli “Keep the Hands to Yourself” e “Battleship Chains”, diventa disco di platino e ottiene una candidatura ai Grammy Award.

Contemporaneamente i Satellites si guadagnano la reputazione di grande live band, arrivando a suonare tre set a notte, con esibizioni dal vivo devastanti attraverso gli Stati Uniti e in particolare in Europa, dove il pubblico ha preso la band a cuore, una storia d'amore che continua ancora oggi.

Seguono altri due splendidi LP per l'Elektra, “Open All Night” ('88) e “The Land of Salvation and Sin” ('89), ma nei primi anni '90 tutti quegli anni di incessante tour finiscono per logorare la band, che purtroppo si scioglie.
Dan Baird però non si arrende e forgia una carriera solista di successo aiutato dalla Def American di Rick Rubin, segnando grandi successi con l'album “Love Songs for the Hearing Impaired” ('92) e il singolo “I Love You Period”. Segue un secondo LP, l'acclamato dalla critica “Buffalo Nickel” ('96).
I due album vedono anche la presenza della sezione ritmica dei Satellites, Magellan e Christopher.

Nel 2001 Dan torna a suonare dal vivo con le band Sofa Kings (con cui registra il live “Redneck Savant”) e The Yayhoos.

Il 2003 vede l'uscita di una compilation di inediti dei Georgia Satellites, “Out of the Mothballs” e dell'album Love School dell'altra band di Mauro, The Crashers. Dan, Keith, Mauro e Ken (chitarrista dei Sofa Kings) intraprendono un tour documentato sul doppio live del 2005 “Feel So Good”.

Nel 2007 la band decide di prendere una pausa per concentrarsi sulla scrittura e per ricaricare le batterie. Nel frattempo esce il live “Fresh Out Of Georgia”.

Nel Febbraio 2008, Dan, Mauro, Keith e il nuovo chitarrista Warner E. Hodge, intraprendono la registrazione del nuovo album “Dan Baird & Homemade Sin”, che è stato pubblicato in Europa nel maggio 2008 con recensioni entusiastiche. Nel 2009 gli Homemade Sin intraprendono un tour europeo di grande successo con i Quireboys. 

Seguono il live “Fresh Out of Georgia Live Like a Satellite”: Greatest Hits Live (2010) e l'album in studio “Circus Life” (2013). Il 25 settembre è invece prevista l’uscita del nuovo lavoro, intitolato “Get Loud!”. 

Nel frattempo Dan e la sua band continuano a calcare con successo i palchi di mezzo mondo, infondendo dosi massicce di rock'n'roll e energia pura.

 

In apertura la Hard Blues band veronese Bullfrog, nel tour di presentazione del recente CD “Clearwater”.

 

Line up:

Dan Baird: voce e chitarra

Mauro Magellan: batteria

Warner E. Hodges: chitarra

Micke Nilsson: basso

 

Dettagli della data italiana:

 

DAN BAIRD & HOMEMADE SIN

+ BULLFROG

20 ottobre 2015

Club Il Giardino

Lugagnano di Sona (VR)

Via Cao del Prà 82


 

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/644351792335528/

 

Ingresso: 20 € con tessera annuale (10 €) o giornaliera (2 €)

Per informazioni e prenotazioni: il giardino.musicclub@gmail.com

http://www.clubilgiardino.org