CONDIVIDI

mar

08

set

2015

KISS: Raid della polizia in casa Simmons

La star dei Kiss, Gene Simmons, ha dato spiegazioni riguardanti un raid da parte della polizia avvenuto lo scorso mese a casa sua.


Gli ufficiali di Los Angeles, a tutela di crimini del web contro l’infanzia, hanno passato molte ore in cerca dell’abitazione, riferendo inoltre che nessuno della famiglia è tra i sospettati.

 

Simmons ha comunicato : “Mentre eravamo in tour, circa un anno fa, la nostra connessione internet è stata hackerata ed utilizzata da persone malvagie per caricare materiale pedo-pornografico”.

 

Ha inoltre affermato che la polizia è stata in grado di verificare che, mentre venivano commessi i suddetti reati, Simmons era dall’altro capo degli Stati Uniti, i suoi figli si trovavano in Canada e sua moglie Shannon era fuori dallo stato. Non è certo che i sospettati siano entrati nella sua abitazione: “Potresti trovarti fuori dalla casa di qualcuno e disponendo delle giuste informazioni, operare dall’esterno”.


Gene, ammettendo di non essere pratico di wifi e networks, si è fatto aiutare dall’ FBI nell’installazione di un firewall, le ricerche dei criminali sono ancora in corso.