CONDIVIDI

mar

06

ott

2015

AC/DC: Phil Rudd perde il processo d'appello

Phil Rudd, il batterista degli AC/DC, ha perso il suo ricorso in appello in seguito alla sua recente condanna a otto mesi arresti domiciliari imposta dal tribunale della Nuova Zelanda, dopo essersi dichiarato colpevole di accuse di minaccia di omicidio e possesso di sostanze stupefacenti. 


Rudd è stato all'incontro con uno psichiatra specialista, ma le autorità sono preoccupati che possa combinare ancora qualcosa di poco legale. Phil negli ultimi mesi ha seguito una terapia di riabilitazione fisica e psicologica e ha risolto i contrasti con la persona che aveva minacciato di morte, accordandosi anche per un risarcimento in denaro.